,,

Covid, dottoressa mette in guardia i giovani: insulti sui social

Ex fotomodella, oggi Adele Di Costanzo è un medico che lavora nelle Usca: risultata positiva, ha raccontato la sua esperienza ed è stata insultata

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Insultata per aver spiegato ai giovani che il coronavirus non prende di mira solo gli anziani. Adele Di Costanzo è una dottoressa di Conegliano: ha 27 anni, lavora a Vicenza e il 19 ottobre è risultata positiva. È stato necessario il ricovero per farla guarire, la febbre era arrivata addirittura a segnare ’40’ sul termometro. Il medico ha pubblicato il racconto della malattia su Facebook, raccogliendo messaggi di solidarietà ma anche vagonate di insulti.

Sono stata molto male, ho avuto bisogno dell’ossigeno per respirare“, ha scritto sul social. Una testimonianza resa necessaria dopo aver visto, su Instagram, foto di feste di halloween in gran parte illegali con una massiccia presenza di giovani senza mascherine e distanziamento sociale.

La Di Costanzo ha detto di condurre una vita sana, di mangiare bene e di fare sport: per questo motivo “ho scritto che occorre avere più educazione e rispetto per il prossimo”, ricordando che il virus non colpisce solo gli anziani, non fa danni solo in certe fasce della popolazione.

Giovane dottoressa insultata sui social dai negazionisti

Il post, diventato virale, ha attirato complimenti ma anche critiche. La Di Costanzo è stata presa di mira, offesa: “Mi hanno attaccata i negazionisti – ha detto al Corriere della Sera -, quelli che dicono che son tutte bugie, che il virus è stato creato ad arte”.

“Hanno pure messo in dubbio che io sia una dottoressa data l’età – ha aggiunto -: insomma, mi hanno fatto passare per una bugiarda, una che si vuole mettere in mostra”.

L’accusa più pesante è che noi non salviamo persone, le roviniamo – ha concluso -: sono amareggiata”.

Giovane dottoressa insultata sui social: chi è Annalisa Di Costanzo

Adele Di Costanzo lavora nelle Usca (Unità speciali contatti assistenziali), cura pazienti colpiti dal virus a domicilio o nelle case di cura. Per pagarsi gli studi ha lavorato come fotomodella già a 18 anni: ha partecipato ad una pre-finale di Miss Italia a Jesolo.

“Ero una ragazzina – ha ricordato – mi sembra un’era così lontana”. Originaria di Conegliano, lavora a Vicenza: è ancora positiva, al momento è in attesa del tampone.

TAG:

covid-adele-di-costanzo-insulti Fonte foto: 123rf
,,,,,,,,