,,

Toti, tweet sugli anziani: il chiarimento, poi la nuova proposta

Il governatore ligure Giovanni Toti ha chiesto scusa per il tweet incriminato ma non ha fatto dietrofront sulla sostanza

Le polemiche per il suo tweet relativo al lockdown per gli anziani non si placano, così il presidente della Liguria Giovanni Toti ha deciso di chiarire il suo pensiero. In un’intervista al Corriere della Sera, Toti ha chiesto scusa per la forma ma non ha fatto marcia indietro nella sostanza delle sue dichiarazioni.

Toti, la precisazione dopo il tweet sugli anziani

“Il mio collaboratore che ha commesso l’errore in una live tweet, come me, si scusa, imparerà e migliorerà – ha dichiarato Toti – ma non lo farà una classe dirigente ipocrita, meschina, che la butta in gazzarra e non vuole vedere la realtà drammatica che abbiamo di fronte”.

Nel tweet pubblicato sul profilo di Toti si legge: “Per quanto ci addolori ogni singola vittima del Covid-19, dobbiamo tenere conto di questo dato: solo ieri tra i 25 decessi della Liguria, 22 erano pazienti molto anziani. Persone per lo più in pensione, non indispensabili allo sforzo produttivo del Paese che vanno però tutelate”.

“È giusto – ha precisato Toti al Corriere della Sera – adottare politiche che contengano il danno proteggendo i più fragili e i più esposti, gli over 75 che rappresentano il 90% dei morti, o impedire che vadano a scuola, all’università, al lavoro persone giovani, sane, che spesso sono asintomatici o superano senza problemi la malattia?”.

Toti ha chiarito di non aver voluto dire che quello delle vite degli anziani sia un sacrificio sopportabile, ma “il contrario. Io dico che non ha senso che in guerra vadano allo stesso modo gli ottantenni come i ventenni”.

Anziani, la nuova proposta di Toti

La Regione Liguria, per proteggere gli over 70 dal Covid-19 ha proposto al Governo di introdurre a livello nazionale “finanziamenti a chi viaggia in taxi anziché sui mezzi pubblici, ‘fasce protette’ nei supermercati, nei servizi pubblici essenziali e privati”.

Giovanni Toti lo ha spiegato ad Agorà su Rai 3: “La proposta che abbiamo fatto come Liguria e che in qualche modo abbiamo già applicato qui è la costruzione di una serie di protezioni per le età più fragili – ha precisato -. Non possiamo continuare a indignarci quando qualcuno sostiene la verità, ovvero che il Covid non ha un impatto identico sulle persone, che gli ammalati non hanno un impatto identico sul sistema sanitario, e senza colpo ferire chiudiamo le scuole, i licei, le palestre, il calcetto, luoghi per lo più frequentati da persone per cui il virus non ha sindromi severe”.

VIRGILIO NOTIZIE | 02-11-2020 10:26

Coronavirus, trasmissione via aerosol al chiuso: come proteggersi Fonte foto: Ansa
Coronavirus, trasmissione via aerosol al chiuso: come proteggersi
,,,,,,,