,,

Cosa è successo stanotte nella guerra tra Russia e Ucraina: in fiamme nave russa. Nuove accuse di Zelensky

La guerra in Ucraina è arrivata al 79esimo giorno. Nella notte è stata colpita un'altra nave russa, mentre Zelensky ha accusato la Russia di barbarie

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

79esimo giorno di guerra tra Ucraina e Russia. Mentre fonti di intelligence ucraine fanno sapere che un’altra nave russa è stata colpita nel Mar Nero, il presidente Zelensky ha denunciato che dall’inizio dell’invasione la Russia ha distrutto centinaia di strutture sanitarie e ospedali. Mosca, dal canto suo, ha accusato l’Occidente di voler “strangolare la Russia”.

Zelensky: “La Russia ha distrutto centinaia di strutture sanitarie e ospedali, una barbarie”

Nel videomessaggio diffuso in serata, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato: “Dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina le truppe russe hanno distrutto 570 strutture sanitarie e 101 ospedali, è una cosa senza senso, è una barbarie”.

“Tutti gli ospedali distrutti dagli occupanti – ha precisato – tutte le scuole, tutte le università che hanno bombardato, tutte le case, i ponti, le aziende, ricostruiremo tutto”.

zelenskyFonte foto: ANSA
Il presidente Zelensky

Russia: “L’Occidente è disposto a far resuscitare il nazismo pur di strangolarci”

Ma nella visione russa, fa tutto parte di una strategia di difesa. La Missione permanente della Federazione Russa presso le Nazioni Unite a Ginevra, come riporta la Tass, ha affermato: “Nel loro desiderio di strangolare la Russia, le potenze occidentali sono pronte a tutto, incluso far resuscitare il nazismo“.

I diplomatici della missione hanno aggiunto: “L’isteria anti-russa, scatenata dagli occidentali, non ha nulla a che fare con una genuina preoccupazione per il destino dell’Ucraina stessa e del suo popolo”.

Regno Unito: “Putin si sta umiliando”

Intanto, la ministra degli Esteri del Regno Unito, Liz Truss, ha fornito la sua lettura dei fatti ai colleghi del G7: “Putin si sta umiliando sulla scena mondiale. Dobbiamo assicurarci che affronti una sconfitta in Ucraina che gli neghi qualsiasi beneficio e che, in ultima analisi, limiti ulteriori aggressioni”.

“Per aiutare l’Ucraina dobbiamo fare di più. La migliore sicurezza a lungo termine per l’Ucraina deriverà dalla sua capacità di difendersi da sola: ciò significa fornirle un percorso chiaro per ottenere equipaggiamenti di standard Nato”, ha aggiunto Truss.

In fiamme una nave russa

Sul fronte bellico, Canale 24 ha dato notizia di un’altra nave russa persa nel Mar Nero, citando fonti di intelligence ucraina. La nave in questione era impegnata in una missione di supporto logistico e si stava dirigendo verso l’Isola dei Serpenti. Stando alle prime informazioni, a bordo della nave sarebbe scoppiato un incendio.

Secondo quanto precisa il Corriere della sera, il portavoce dell’amministrazione militare di Odessa ha rivendicato l’attacco alla nave: “Grazie alle azioni dei nostri marinai la nave di supporto Vsevolod Bobrov ha preso fuoco: è una delle più recenti della flotta russa”.

L’intervista a Zelensky a Porta a porta

La sera del 12 maggio è andata in onda l’intervista a Zelensky a Porta a porta, di cui erano uscite alcune anticipazioni nel pomeriggio. il presidente ucraino ha affermato di essere “pronto a parlare con Putin, ma senza ultimatum”.

Inoltre, per Zelensky l’Ucraina non deve “cercare una via d’uscita per la Russia. So che Putin voleva portare a casa qualche risultato ma non lo ha trovato. I russi se ne devono andare e devono rispondere di quello che hanno fatto. Non possiamo accettare compromessi per la nostra indipendenza”.

guerra russia ucraina Fonte foto: ANSA
,,,,,,,