,,

Coronavirus e "turismo di prossimità": a studio misure per estate

La sottosegretaria al Mibact ha affermato che alcune misure saranno istituite per permettere il "turismo di prossimità" per le prossime vacanze

Pasqua e Pasquetta sono ormai passate nel pieno della pandemia di coronavirus. In Italia la furia del virus si sta attenuando grazie alle misure di contenimento istituite dal Governo, e anche se non sono mancate le multe, la maggior parte degli italiani ha passato in casa le feste. Ma cosa ne sarà delle vacanze estive e del turismo? La sottosegretaria del Mibact, Lorenza Bonaccorsi, ha provato a dare una risposta a questa domanda a Rainews.

Andremo al mare questa estate – ha rassicurato Bonaccorsi – stiamo lavorando per far sì che possa essere così”. La sottosegretaria ha precisato: “Ci stiamo lavorando dal punto di vista degli atti amministrativi necessari per gli stabilimenti, immaginando una serie di normative prese con il comitato tecnico scientifico, che contemplano l’ipotesi di un distanziamento“.

Coronavirus, cos’è il “turismo di prossimità”

Si fa strada la possibilità di un “turismo di prossimità“, basato sulla riscoperta dei borghi piuttosto che i viaggi nelle città più affollate. Stando a quanto riferito da Bonaccorsi, si stanno studiando alcune misure per permettere lo sviluppo di questo sistema.

Coronavirus, Bonaccorsi: “Riposizionamento strategico per fase tre”

Si inizia a parlare anche di “fase tre”, sulla quale, come precisato da Bonaccorsi, “cominciamo però da subito a lavorare” per il “riposizionamento strategico dal punto di vista del marketing e della comunicazione del nostro paese, che è sempre ai primi posti per il binomio gastronomia e cultura“.

VirgilioNotizie | 13-04-2020 17:16

Coronavirus, la Pasqua nelle città del mondo Fonte foto: ANSA
Coronavirus, la Pasqua nelle città del mondo
,,,,,,,