,,

Coronavirus, lo sfogo di Gismondo dopo insulti e offese sessiste

La virologa Maria Rita Gismondo è stata presa di mira per le sue affermazioni durante le prime fasi dell'epidemia di coronavirus. Oggi si sfoga

Maria Rita Gismondo, direttrice del laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze del Sacco di Milano, viene ancora ricordata per aver detto, durante le primissime fasi dell’epidemia di coronavirus, che il Covid-19 fosse poco più che una semplice influenza. In seguito a queste affermazioni, la virologa è stata tacciata di essere una “minimizzatrice”, come riferisce Il Messaggero.

Maria Rita Gismondo, offese e insulti “perché donna”

A margine di un evento dell’agenzia di comunicazione StudioMediaCommunication, Gismondo ha raccontato di essere stata oggetto offese e insulti non solo per le sue posizioni, a causa delle quali ha ricevuto persino una diffida, ma “anche perché donna”.

Come riporta Il Messaggero, Gismondo ha raccontato la sua difficoltà di affermarsi nel mondo in quanto donna: “La mia vita cominciò con mio padre che entrò nella camera da letto dove avevo appena vagito, gli annunciarono ‘femmina’ e svenne. Aspettava un maschio”.

Maria Rita Gismondo e la previsione su focolai e seconda ondata

Quanto invece all’andamento dell’epidemia, la virologa resta cauta ma ottimista: “La perfezione non esiste. In questi mesi abbiamo corretto molti dei nostri comportamenti e imparato molte cose: dall’uso dei dispositivi che riducono le possibilità di trasmissione del virus all’individuazione più rapida dei focolai e al loro controllo”.

In merito all’ipotesi di una seconda ondata in autunno, Gismondo ha precisato: “Certamente ci saranno ancora focolai e saranno più di adesso. Ma noi, a differenza di quanto è accaduto a marzo, non verremo colti di sorpresa”.

VirgilioNotizie | 09-07-2020 10:52

Coronavirus, gli esperti più credibili: i risultati del sondaggio Fonte foto: IPA
Coronavirus, gli esperti più credibili: i risultati del sondaggio
,,,,,,,