,,

Coronavirus, quando usare le mascherine e quali: parla l'esperto

Paolo Bonanni, professore ordinario dell'Università di Firenze, ha parlato dell'utilizzo delle mascherine dopo il ripensamento dell'Oms

Paolo Bonanni, professore ordinario presso il dipartimento di scienze della salute dell’Università di Firenze, ha parlato dell’utilizzo di mascherine da parte dei cittadini non infetti o che non si prendono cura di malati. Come riporta l’Ansa, il professore ha affermato: “È raccomandato l’uso delle mascherine chirurgiche per tutti noi che circoliamo, se tutti quelli che vanno a fare la spesa al supermercato le indossassero, per esempio, questo sarebbe un modo per minimizzare il rischio”.

“Prima si diceva che bastava il distanziamento sociale – ha continuato Bonanni – ma adesso su questo punto c’è un ripensamento anche da parte dell’Oms“.

Mascherine, Bonanni: “Se proprio non ce ne sono possiamo riutilizzarle”

Come ha precisato l’esperto, “il problema vero è averne una quantità sufficiente per tutti”. Le mascherine, infatti, sono difficilissime da reperire nelle farmacie durante questa emergenza coronavirus.

A questo problema, Bonanni ha suggerito una possibile soluzione: “Come indicazione d’emergenza ma senza base scientifica, se proprio non ce ne sono possiamo riutilizzarle, ma una volta sola, molte volte no. È buon senso, la mascherina si può contaminare, e quando si inumidisce diminuisce il potere filtrante”.

Coronavirus, la differenza tra i tipi di mascherine spiegata da Bonanni

Bonanni si è poi soffermato a fare una distinzione fra mascherine chirurgiche e mascherine filtranti Ffp2 e Ffp3: le prime hanno “uno scopo di tipo sociale, io proteggo le altre persone dal mio materiale biologico, ma non ho garanzia di protezione assoluta dagli altri”.

Le altre, invece, sono destinate al personale medico in quanto più esposto al contagio: “Devono essere lasciate ai sanitari a contatto con i contagiosi. Avendo le valvole filtrano in entrata ma non uscita, proteggono me che la indosso ma garantiscono che, se sono contagioso, non faccia uscire aria infetta”.

In merito alle mascherine fai da te, Bonanni ha aggiunto: “Non abbiamo prove scientifiche, ma sembra che qualcosa facciano”.

Sull’argomento mascherine si è espresso anche Francesco Crotti, direttore tecnico della Cisa Group, che avrebbe trovato un sistema per “ripulire” dal coronavirus le mascherine di medici e infermieri, ma l’Iss non ha ancora dato il via libera per problemi burocratici.

VIRGILIO NOTIZIE | 03-04-2020 16:18

Coronavirus, quali sono i farmaci che si stanno sperimentando Fonte foto: ANSA
Coronavirus, quali sono i farmaci che si stanno sperimentando
,,,,,,,