,,

Coronavirus: psicosi in Italia, mascherine sold out (con beffa)

Le mascherine che stanno andando a ruba sarebbero prodotte a Wuhan, epicentro dell'epidemia

Il coronavirus fa paura. In Italia si moltiplicano i casi sospetti e inevitabilmente scattano psicosi e allarmi. A Roma e a Milano le mascherine protettive risultano sold out. Viaggiatori, turisti, cittadini hanno preso d’assalto le farmacie per accaparrarsi gli ultimi lotti.

A Roma varie farmacie hanno esposto cartelli con la scritta ‘mascherine esaurite’, a seguito della forte richiesta delle ultime ore. Come riporta Ansa, da Federfarma rassicurano: saranno presto di nuovo disponibili e non si registra una carenza di scorte nei magazzini dei rifornitori. A richiederle, spiega la responsabile Comunicazione di Federfarma Roma Laura Cesaroni, “sono soprattutto persone in partenza e dirette in aeroporto, oltre ai turisti. È scattata una sorta di psicosi, come già accadde ai tempi della Sars, quando andarono esauriti in breve tempo gli igienizzanti per le mani”.

Ad ogni modo, rassicura la responsabile Federfarma, “le mascherine dovrebbero tornare disponibili a breve, già nelle prossime ore. Ogni farmacia, infatti, si rifornisce almeno da tre o quattro depositi diversi che effettuano le consegne due volte al giorno. Ed è impossibile che i magazzini abbiano già esaurito le scorte”.

L’emergenza coronavirus si fa sentire anche a Milano. Mascherine anti virus sono esaurite praticamente in tutta la città. Picchi di vendite da record.

Per rassicurare tutti, Regione Lombardia ha annunciato che per riconoscere e affrontare eventuali casi di coronavirus sono a disposizione tre laboratori e 17 reparti di malattie infettive di riferimento. Nell’aeroporto di Malpensa è attivo il protocollo di monitoraggio per i passeggeri dei voli dalla Cina, con misurazione a bordo della temperatura di passeggeri ed equipaggio. Se l’esito è negativo i passeggeri possono sbarcare. In caso contrario vengono inviati in ospedale per i controlli previsti.

Mascherine prodotte a Wuhan

Sembra una barzelleta ma secondo quello che riporta Fanpage le famose mascherine che stanno andando a ruba sarebbero prodotte a Wuhan, epicentro dell’epidemia. Come testimonia una foto riportata proprio da Fanpage, sulla confezione è scritto: “Mascherina facciale filtrante”, distribuita da “Farmac Zabban Spa Calderara di Reno-Bologna”, ma prodotta in “Cina, Wuhan”.

VIRGILIO NOTIZIE | 30-01-2020 10:57

Coronavirus: i consigli ai viaggiatori diretti in Cina e Oriente Fonte foto: ANSA
Coronavirus: i consigli ai viaggiatori diretti in Cina e Oriente
,,,,,,,