,,

Coronavirus, come andremo al mare? Ipotesi dei box in plexiglass

Tutte le ipotesi in vista delle vacanze 2020 alla luce dell'emergenza coronavirus

Lorenza Bonaccorsi, sottosegretaria del Mibact, ha rassicurato tutti gli italiani affermando su ‘Rainews’ che “andremo al mare quest’estate” nonostante l’emergenza coronavirus che ha colpito il Paese. Preso atto dell’annuncio della Bonaccorsi, la domanda ora ricorrente è questa: come andremo al mare?

Una ipotesi prevede dei box in plexiglass da sistemare attorno agli ombrelloni per isolare i diversi clienti.

A proporre questa soluzione, secondo quanto riferito da ‘Il Faro Online’, è stata un’azienda di Modena specializzata in coperture, stand e serramenti, che ha iniziato a proporre quest’idea ai concessionari di stabilimenti balneari.

Si tratta di box trasparenti realizzati con pareti di plexiglass e profili in alluminio, quadrati, di 4,5 metri per lato e con un accesso da un metro e mezzo di ampiezza.

Soprattutto sulla riviera romagnola, la proposta sembra avere successo.

Il quotidiano ‘Il Messaggero’, in aggiunta ai box in plexiglass, fa altre ipotesi per le eventuali vacanze al mare 2020 alla luce dell’emergenza coronavirus.

Si va dall’accesso scaglionato alla spiaggia (con possibilità di scaglionare gli accessi in base alla fascia d’età) all’installazione di dispenser di igienizzanti nei bagni, al bar, nelle docce e negli altri spazi comuni, passando per la necessità dell’uso di mascherine per stare all’aria aperta e la prenotazione obbligatoria prima dell’accesso agli stabilimenti balneari.

VirgilioNotizie | 14-04-2020 08:03

Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 13 aprile Fonte foto: Ansa
Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 13 aprile
,,,,,,,