,,

Coronavirus, l'andamento dei contagi e Fase 2: parla Brusaferro

Per il presidente dell'Iss servirà attendere una settimana per avere i dati relativi all'andamento nella Fase 2

La curva dell’epidemia del nuovo coronavirus “va decrescendo, è un segnale che prosegue ed è un dato positivo”. “Stiamo andando verso un numero più basso in tutte le regioni, inclusa la Lombardia“. Lo ha detto il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), Silvio Brusaferro, nella conferenza stampa organizzata dall’istituto sull’andamento dell’epidemia di Covid-19.

Brusaferro ha affermato che l’incidenza di letalità si conferma soprattutto nelle fasce d’età più elevate della popolazione italiana. E che il tasso di contagiosità indicato con R0 risulta attualmente sotto il valore 1 ed è compreso fra 0,5 e 0,7 .

Il presidente dell’Iss ha spiegato che solo nella prossima settimana sarà possibile avere i dati sull’andamento dei casi nei primi giorni della Fase 2. Dall’analisi settimanale della cabina di regia tra ministero e Regioni si potranno poi fare ragionamenti per decidere misure successive.

Fase 2, le indicazioni di Brusaferro

“La fase 2 è molto delicata, è importante che il Paese riparta, ma il virus non ha cambiato né identità né caratteristiche, perciò violare le regole di comportamento per la prevenzione del contagio potrebbe facilitare la circolazione”, ha detto Brusaferro.

Nell’affrontare la Fase 2 “serve una grande cautela: non è solo una questione di buon senso” perché i modelli indicano che è pericoloso “fare troppe cose insieme”, ha detto Brusaferro, aggiungendo che è ancora troppo presto prendere decisioni sugli spostamenti tra le regioni.

Il presidente dell’iss ha affermato che si stanno valutando per la fase 2 “forme di partecipazione con numeri limitati di persone in luoghi confinati, previo rispetto delle regole e con un percorso di garanzia, dalla fasce orarie agli ingressi. Questo vale per tutti gli eventi che hanno tali caratteristiche comprese le celebrazioni liturgiche“.

“I test rapidi – ha detto – hanno un problema di affidabilità che va valutato, e su questo credo che verranno presto fatti dei chiarimenti”.

Brusaferro ha poi spiegato che per l’uso quotidiano i cittadino possono utilizzare anche mascherine confezionate in proprio, i modelli piu sofisticati Ffp2 e Ffp3 sono per uso diverso, destinati al personale sanitario.

Foto Navigli, Rezza: “Fanno preoccupare”

Commentando le immagini delle numerose persone presenti a Milano nella zona dei Navigli, l’epidemiologo Gianni Rezza ha detto che “fanno preoccupare: economia e salute non sono in contrasto. Bisogna aumentare i controlli sanitari proprio per favorire le riaperture. Invito assolutamente a rispettare le norme di distanziamento sociale e l’uso di mascherine”.

Rispettare la distanza fisica, evitare le aggregazioni, lavarsi frequentemente le mani, usare le mascherine in luoghi chiusi e all’aperto se si parla con qualcuno: restano queste, ha detto, le misure da rispettare anche nella fase 2.

Durante la conferenza stampa il presidente dell’Istat, Giancarlo Blangiardo, ha reso noto che sono state 25.354 le morti in più registrate dal 20 febbraio al 31 marzo, pari al 39% in più rispetto allo stesso periodo degli anni precedenti, “dei quali poco più della metà sono attribuibili a Covid diagnosticato”.

VirgilioNotizie | 08-05-2020 13:58

Navigli presi d'assalto. Le immagini della polemica Fonte foto: Ansa
Navigli presi d'assalto. Le immagini della polemica
,,,,,,,