,,

Coronavirus, al mare tra plexiglass e igienizzanti: le novità

Gli stabilimenti balneari preparano le prossime vacanze degli italiani secondo le linee guida dell'Oms

Gli italiani iniziano a pensare alle ferie e a come sarà l’estate del 2020: sono in molti a chiedersi se si potrà andare al mare e come saranno le spiagge ai tempi del coronavirus. Gli stabilimenti balneari in Liguria, Toscana e nella costiera Adriatica, ma non solo, stanno iniziando ad attrezzarsi per seguire le linee guida che arrivano direttamente dal’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Coronavirus, in spiaggia divisi dal plexiglass: l’idea e le reazioni

La proposta di dotarsi di box in plexiglass da inserire tra gli ombrelloni ha suscitato dure reazioni da parte degli esercenti. In particolare Mauro Vanni, presidente della Cooperativa Bagnini Rimini Sud, ha dichiarato all’Ansa: “Sono delle follie che ci indignano”.

Si tratta, per Vanni, di proposte fatte “senza aver consultato le categorie, di gente che non sa neanche di che cosa parla. Chiunque conosca il turismo balneare sa benissimo che è improponibile chiudere una persone dentro un box di plexiglass sotto il sole d’estate quando ci sono 40 gradi“.

“Ritengo l’ipotesi poco pratica, con 40 gradi di temperatura”, ha fatto eco Stefania Frandi, presidente regionale di Sib-Confcommercio in Toscana.

È dello stesso parere Emanuel Schivo di Alassio: “Idee fantasiose. Ciò che conta è l’indicazione dell’Oms: 4 persone in 10 metri quadrati e su questo organizzeremo il bagno. Io sono cauto, non parlerei di limitazioni”.

Tra i bagnini di Rimini, intanto, circola anche l’idea di tunnel igienizzanti attraverso cui le persone possono passare.

Coronavirus, la situazione a Rimini: “Senza vaccino la vacanza non parte”

“Fino a quando non troveremo un vaccino, la vacanza balneare difficilmente potrà partire”, ha affermato il presidente della Cooperativi Bagnini di Rimini Sud, Mauro Vanni.

La stagione estiva, secondo le sue parole, è già “gravemente danneggiata”. La paura principale è che “gli stranieri non potranno venire. Gli spostamenti degli italiani saranno difficilissimi”.

Inoltre, ha aggiunto, “molte persone avranno utilizzato le ferie in questo periodo per stare a casa, le aziende in agosto probabilmente non chiuderanno per recuperare il periodo di fermo, le scuole potrebbero iniziare ai primi di settembre”.

Coronavirus, allestimenti in corso negli stabilimenti in Liguria

La Liguria è la prima Regione in Italia a permettere ai balneari di allestire gli stabilimenti. Con un decreto del governatore Giovanni Toti, infatti, si va oltre l’ultimo Dpcm

Ad Alassio il presidente dell’associazione “Bagni marini”, che rappresenta il 99% degli stabilimenti, ha dichiarato all’Ansa: “Avevamo bisogno di questa apertura. Qualcuno si sta già muovendo, ma molti partiranno dopo il 4 maggio. In 15 giorni un bagno piccolo si monta, per uno grande ne servono 40. E da noi c’è anche da riparare i danni delle mareggiate”, ha detto Emanuele Schivo.

Coronavirus, allo studio la stagione estiva in Toscana

In Toscana i balneari hanno chiesto alla Regione di poter riaprire i loro stabilimenti per poter effettuare le opere di manutenzione, così come sta accadendo in Liguria ed Emilia Romagna, in vista di una riapertura delle attività per la stagione estiva.

Stefania Frandi, presidente regionale di Sib-Confcommercio, ha dichiarato: “Siamo abilitati a montare gazebo e dehors ma per il resto serve la comunicazione alla prefettura, i balneari non vedono l’ora di ricominciare a lavorare”.

Secondo Pietro Guardi, presidente dell’Associazione balneari di Viareggio, “noi in media abbiamo ombrelli ad almeno tre metri di distanza l’uno dall’altro in stagione, quindi crediamo che non ci siano grosse problematiche per noi”.

VirgilioNotizie | 15-04-2020 09:49

Coronavirus, nelle spiagge via ai preparativi per l'estate Fonte foto: Ansa
Coronavirus, nelle spiagge via ai preparativi per l'estate
,,,,,,,