,,

Come sta Stefano Tacconi? Il figlio dà aggiornamenti: "Oggi i suoi primi passetti". Il recupero dell'ex Juve

Il figlio Andrea aggiorna amici e tifosi sullo stato di salute del papà che lo scorso 23 aprile è stato colpito da emorragia cerebrale

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Sono giorni di lavoro con i fisioterapisti per Stefano Tacconi, l’ex portiere della Juventus e della Nazionale italiana che lo scorso 23 aprile è stato colpito da emorragia cerebrale. Per l’ex stella del calcio è infatti iniziato il percorso di riabilitazione presso il presidio riabilitativo Borsalino di Alessandria, dove si trova dallo scorso 15 giugno. A dare aggiornamenti sul suo stato di salute ci pensa il figlio Andrea.

Come sta Stefano Tacconi

Dopo la paura è ora arrivato il momento di tirare un sospiro di sollievo per Stefano Tacconi. Da quel 23 aprile 2022, quando il 65enne collassò per strada in preda a una emorragia cerebrale, tutto è cambiato e l’ex portiere giorno dopo giorno affronta il percorso riabilitativo per tornare alla vita di prima.

Dopo gli interventi di rito e la degenza in terapia intensiva, Tacconi ha potuto lasciare l’ospedale e successivamente è stato trasferito in una clinica riabilitativa da dove oggi, a due mesi dal malore, arrivano importanti notizie sul suo stato di salute.

Come sta Stefano Tacconi? Il figlio dà aggiornamenti: Fonte foto: ANSA

Oggi i primi passi

Come successo spesso negli ultimi due mesi ad aggiornare amici e affezionati a Tacconi è Andrea, il figlio dell’ex calciatore. Tramite i social, infatti, il 27enne ha fatto più volte sapere tutti i progressi fatti dal papà e oggi ha dato testimonianza dell’ennesimo traguardo raggiunto dall’ex estremo difensore.

Tramite una stories su Instagram, Andrea Tacconi ha infatti fatto sapere che la fisioterapia sta dando i primi risultati sperati. “Oggi con l’aiuto dei fisioterapisti papà ha fatto i suoi primi passetti, un’emozione indescrivibile” ha scritto il giovane, pubblicando una foto che ritrae la sua mano e quella del papà ben strette l’una all’altra.

Ottimismo per le condizioni dell’ex portiere

Le notizie che arrivano dal presidio riabilitativo Borsalino di Alessandria fanno dunque ben sperare per la salute di Stefano Tacconi. Da quel 23 aprile, quando l’ex portiere arrivò in struttura in condizioni critiche, giorno dopo giorno l’ottimismo ha preso il posto dello sconforto che i familiari stavano provando in un momento davvero complicato.

A due mesi dal malore, e con i primi passi grazie al lavoro fisioterapico, traspare ancora più ottimismo sul decorso e il recupero di Tacconi, che con la grandissima forza di volontà dimostrata spera di tornare presto a casa dai suoi cari.

tacconi Fonte foto: ANSA
,,,,,,,