,,

Cogne, Taormina: "Una storia che mi ha causato troppi dolori"

L'avvocato Carlo Taormina commenta il pignoramento della villa di Cogne di Anna Maria Franzoni

Nelle scorse ore il Tribunale di Aosta ha confermato il pignoramento della villetta di Cogne, teatro nel 2002 di uno dei delitti più noti della cronaca nera italiana: quello del piccolo Samuele. Alla vicenda fu legato Carlo Taormina, prima avvocato difensore di Anna Maria Franzoni, poi controparte nelle aule di giustizia per le parcelle non pagate dalla sua assistita. Come riporta Repubblica, il legale è tornato sulla questione spiegando di preferire il silenzio: “Questa è una storia che mi ha causato troppi dolori, troppi dispiaceri. Per questo non mi piace parlarne, non fatemi aggiungere altro”.

I mancati pagamenti sono collegati al pignoramento della villetta di Cogne che andrà all’asta, proprio per ripagare Taormina. Il giudice di Aosta non ha infatti accolto la richiesta dei coniugi Lorenzi (assistiti dagli avvocati Maria Rindinella e Lorenza Parenti) di bloccare la procedura di esecuzione immobiliare.

“Non avrei nemmeno voluto che uscisse la notizia – afferma con sconforto Taormina – preferirei che non se ne parlasse proprio più: non mi interessa nemmeno, per questo non la commento in alcun modo”.

VIRGILIO NOTIZIE | 19-09-2020 10:07

Le case dei grandi delitti, ecco che fine hanno fatto Fonte foto: ANSA
Le case dei grandi delitti, ecco che fine hanno fatto
,,,,,,,