,,

Bonaccini contrattacca Salvini. Poi il commento sulle sardine

Prosegue a ritmi serrati il confronto tra Stefano Bonaccini e Matteo Salvini in vista delle regionali in Emilia Romagna

Prosegue a ritmi serrati il confronto tra Stefano Bonaccini e Matteo Salvini. Il governatore uscente e ricandidato alle prossime Regionali in Emilia Romagna, a margine di un pranzo elettorale con Nicola Zingaretti, ha risposto ad alcune critiche mosse dal centrodestra sulla sua campagna elettorale con pochi leader nazionali. Bonaccini ha affermato, come riporta l’Ansa: “Credo che sia naturale che i leader di un partito o di movimenti civici vengano ogni tanto e non mettano casa in Emilia-Romagna perché da qui se ne andranno e non li rivedremo più”.

Bonaccini, la controreplica a Salvini

Salvini è sempre qui mattina e notte – ha aggiunto Bonaccini – solo che è un ospite. Io qui sono di casa, è casa mia, dove ho lavorato, lavoro, lavorerò, dove vivo e ho famiglia. Il 27 gennaio Salvini tornerà a Roma come farebbe Zingaretti se fosse qui tutti i giorni, perché hanno il dovere di occuparsi anche di altro”.

Il presidente dell’Emilia Romagna ha sottolineato: “Salvini ha già dimostrato nelle regioni dove è andato di non tornare più e di lasciarli alle promesse. Come in Sardegna nel caso dei pastori o in Umbria, dove non hanno nemmeno approvato il bilancio. Credo sia anche poco dignitoso per Borgonzoni farsi sostituire in questo modo”.

In merito ai sondaggi sul possibile esito delle elezioni, Bonaccini ha dichiarato: “I sondaggi per me valgono niente, così come i selfie o persino le piazze. Conteranno i voti nelle urne ed è giusto provare a convincere ogni indeciso. Vinceremo io o Borgonzoni, ma si vota per l’Emilia-Romagna, non per il governo del Paese o dell’Europa”.

“Qui alle scorse Europee, pochi mesi fa – ha spiegato Bonaccini – avevamo la Lega primo partito e la destra 7 punti avanti al centrosinistra. Già questo dà l’idea che non solo siamo in rimonta ma abbiamo recuperato parecchio. Va ricordato che negli ultimi due anni in nove regioni su nove la destra ha stravinto, non vinto”. Poi l’affondo: “Mi vien da dire che sappiano anche loro che in tutti i sondaggi sono avanti io, altrimenti Salvini non sarebbe qui a sostituire completamente la sua candidata“.

Lo stesso Zingaretti, come riferisce l’Ansa, ha affermato che Matteo Salvini è sempre in campagna elettorale per le regionali del 26 gennaio perché “non ha una candidata a presidente” ma “ha una controfigura”.

Bonaccini, il commento sulle sardine

Sulle sardine, Bonaccini ha espresso parole di supporto: “Non mi sono mai sentito con loro per non strumentalizzare ma tante delle cose che dicono sono i miei valori, le mie parole d’ordine. Ho soprattutto apprezzato molto che abbiano detto che si sentono rappresentati da un buon governo in questa regione”.

Le sardine si stanno preparando a un nuovo evento per il 19 gennaio, una settimana prima delle elezioni Regionali: “Credo che stiano facendo un servizio alla qualità della democrazia in questo Paese perché hanno riportato partecipazione – che sembrava fosse scomparsa – forse anche perché in piazza nessuno chiamava più nessuno da questa parte”, ha aggiunto Bonaccini, precisando: “Ho apprezzato l’invito ad abbandonare parole di rabbia, di odio, di rancore, un tono civile, e questo è molto importante. Ci hanno dato due belle lezioni”.

VIRGILIO NOTIZIE | 09-01-2020 17:58

Redditi: chi sono i politici più ricchi, tra sorprese e conferme Fonte foto: ANSA
Redditi: chi sono i politici più ricchi, tra sorprese e conferme
,,,,,,,