,,

Grillo, la rabbia per le accuse al figlio: arriva la risposta

"Mio figlio è su tutti i giornali come uno stupratore seriale insieme ad altri tre ragazzi": l'ira di Grillo in un video sui social

Beppe Grillo difende n un video suo figlio Ciro, accusato di violenza sessuale dalla Procura della Repubblica di Tempio Pausania, e arriva la risposta dei genitori della presunta vittima: “Siamo distrutti. Il tentativo di fare spettacolo sulla pelle altrui è una farsa ripugnante”. I pm sarebbero in procinto di chiedere il rinvio a giudizio per il figlio del comico e altri tre indagati. Lo stupro sarebbe avvenuto il 16 luglio 2019, nella villa del comico in Costa Smeralda. La giovane vittima, una studentessa, denunciò il fatto solo una volta tornata a Milano, dichiarando di essere stata abusata al termine di una serata in discoteca. Ciro Grillo e gli amici Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria hanno respinto le accuse parlando di un rapporto di gruppo consenziente.

“Mio figlio non è uno stupratore”: il padre difende Ciro Grillo dalle accuse

“Mio figlio è su tutti i giornali come stupratore seriale insieme ad altri tre ragazzi. Io voglio chiedere veramente perché un gruppo di stupratori seriali non sono stati arrestati. La legge dice che vanno presi e messi in galera e interrogati. Sono liberi da due anni. Ce li avrei portati io in galera a calci nel c**o. Allora perché non li avete arrestati? Perché vi siete resi conto che non è vero niente, non c’è stato niente, perché chi viene stuprato e fa una denuncia dopo 8 giorni vi è sembrato strano. È strano”, ha dichiarato Beppe Grillo.

“E poi c’è tutto un video, passaggio per passaggio, in cui si vede che c’è un gruppo che ride, ragazzi di 19 anni che si divertono e ridono in mutande e saltellano con il pene di fuori, così. Perché sono quattro co***oni, non quattro stupratori”, ha detto ancora il garante del Movimento 5 Stelle.

“Ormai sono due anni, sono stufo. Se dovete arrestare mio figlio perché non ha fatto niente, allora arrestate anche me, perché ci vado io in galera”, ha continuato. Riguardo la giovane vittima, ha dichiarato che “una persona che viene stuprata la mattina, al pomeriggio va in kite surf e dopo otto giorni fa la denuncia” è “strano”.

La risposta dei genitori della ragazza a Beppe Grillo: “Farsa ripugnante”

Tramite l’avvocato Giulia Bongiorno arriva la risposta al video dei genitori della ragazza italo-svedese che ha denunciato di essere stata stuprata: “Siamo distrutti. Il tentativo di fare spettacolo sulla pelle altrui è una farsa ripugnante” dicono, in esclusiva all’Adnkronos.

“Cercare di trascinare la vittima sul banco degli imputati, cercare di sminuire e ridicolizzare il dolore, la disperazione e l’angoscia della vittima e dei suoi cari sono strategie misere e già viste, che non hanno nemmeno il pregio dell’inedito'”, dicono ancora i genitori della giovane.

“Mio figlio non è uno stupratore”: le repliche al video di Beppe Grillo

Molte le risposte al video di Beppe Grillo, pubblicato anche su Facebook. Molti sottolineano che il carcere scatterebbe davanti alla possibilità di reiterazione del reato, e che bisognerà aspettare i tre gradi di giudizio per una misura detentiva. Tanta la solidarietà al comico e alla sua famiglia, anche se diversi utenti hanno replicato alle parole dell’ex comico spiegando che davanti a una violenza sessuale ogni vittima reagisce in modo diverso, e soprattutto in tempi diversi in base alla propria consapevolezza.

SONDAGGIO Grillo ha detto cose indifendibili o è stato uno sfogo comprensibile?

VirgilioNotizie | 19-04-2021 15:21

Ciro Grillo e il presunto stupro: la vicenda Fonte foto: ANSA
Ciro Grillo e il presunto stupro: la vicenda
,,,,,,,