,,

Zelensky al forum economico di Davos lancia l'allarme sulla guerra dei porti e fa una richiesta al mondo

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è intervenuto al Forum economico globale di Davso chiedendo "sanzioni massime" contro la Russia di Putin

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

“Sanzioni massime” contro la Russia. Lo ha chiesto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky intervenendo in videocollegamento al Forum economico globale che si è aperto oggi a Davos in Svizzera. Al centro dell’appuntamento economico più importante dell’anno diverse emergenze, dalla pandemia e la guerra in Ucraina all’economia in crisi, passando per il clima e la transizione energetica.

Zelensky a Davos chiede “sanzioni massime” contro la Russia

“Questo è il momento in cui si decide se la forza bruta dominerà il mondo“. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky intervenendo in videocollegamento al Forum economico mondiale di Davos, dove l’impatto economico della guerra in Ucraina avviata dalla Russia è destinato a essere il primo punto all’ordine del giorno.

“Se così accadrà, non avrà più senso organizzare raduni come quello di Davos”, ha spiegato Zelensky chiedendo “sanzioni massime” contro la Russia di Putin. Serve un “embargo completo sul petrolio, che “tutte le banche russe siano escluse dai sistemi globali e che non ci sia nessun commercio con la Russia”, ha precisato.

Il presidente ucraino ha chiesto il ritiro completo di tutti i paesi stranieri dalla Russia ed ha poi invitato i paesi alla ricostruzione: “Offriamo al mondo la possibilità di creare un precedente per ciò che sta accadendo quando si tenta di distruggere un paese vicino. Vi invito a prendere parte a questa ricostruzione”.

Zelensky a Davos lancia l’allarme sui porti bloccati

Durante il suo discorso al Forum economico di Davos il presidente ucraino Zelensky ha poi lanciato l’allarme sulla guerra dei porti che blocca l’export del grano ucraino, rischiando di innescare una crisi alimentare globale, in particolare a danno dei paesi più poveri.

“Serve sbloccare i nostri porti marittimi”, ha detto Zelensky. “Bisogna usare tutti i canali diplomatici, perché da soli non possiamo lottare contro la Russia”.

Zelensky al forum economico di Davos lancia l'allarme sulla guerra dei porti e fa una richiesta al mondo

“Noi parliamo con la Commissione europea, il Regno Unito, la Svizzera, la Polonia e l’Onu e chiediamo loro di prendere misure per un corridoio per l’export del nostro grano e dei cereali, altrimenti la penuria avrà effetti sul mondo e ci sarà una estensione della crisi energetica”.

Zelensky a Davos chiede supporto per l’Ucraina

Altro tema toccato dal presidente ucraino nel suo intervento a Davos: le armi. “L’Ucraina ha bisogno di tutte le armi che abbiamo chiesto, non solo di quelle fornite”, ha detto Zelensky.

“Dobbiamo fare in modo che l’Ucraina diventi una nazione sicura, una nazione attraente, ed è quello che sogno per l’Ucraina. Io sono riconoscente al mondo, non perdete questo sentimento di unità, è il segno della forza che i russi temono. Spero che ognuno di voi potrà svegliarsi al mattino chiedendosi: cosa posso fare per l’Ucraina oggi?”, ha concluso.

Zelensky Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,