,,

Vincenza Angrisano uccisa da una coltellata al cuore: le prime indiscrezioni sull'autopsia, lunedì i funerali

Femminicidio di Andria, Vincenza Angrisano è stata uccisa da una coltellata al cuore. Ecco le prime informazioni sull'autopsia

Pubblicato il:

Fatale è stata una coltellata al cuore: un colpo mortale inferto da Luigi Leonetti contro la moglie Vincenza Angrisano, uccisa ad Andria martedì 28 novembre. Sono le prime indiscrezioni che arrivano dopo l’autopsia che ha avuto luogo sabato 2 dicembre presso l’Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Bari. Ora la salma è stata restituita alla famiglia e i parenti potranno organizzare la degna sepoltura della 42enne.

Femminicidio di Andria, gli esiti dell’autopsia

A uccidere Vincenza Angrisano sarebbe stata una coltellata al cuore. È quanto sarebbe emerso dall’autopsia condotta sabato 2 novembre presso l’Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Bari.

Conclusi gli esami sul corpo della 42enne uccisa dal marito Luigi Leonetti martedì 28 novembre ad Andria, rimangono gli esami di laboratorio dei reperti presenti sul luogo del femminicidio, compresi gli indumenti indossati da Leonetti e il coltello usato nella mattanza.

autopsia vincenza angrisano andriaFonte foto: ANSA
Gli investigatori sul luogo del delitto ad Andria: Vincenza Angrisano è stata uccisa il 28 novembre dal marito Luigi Leonetti, reo confesso

Secondo le prime indiscrezioni riportate da ‘Ansa’, Vincenza Angrisano sarebbe stata colpita con tre coltellate mentre si trovava di fronte alla porta del bagno.

Uno dei fendenti l’ha raggiunta al petto, e la 42enne sarebbe morta in pochissimo tempo. Come sottolinea ‘Ansa’, infatti, all’arrivo dei soccorritori per la donna non c’era più nulla da fare.

I funerali di Vincenza Angrisano

I funerali di Vincenza Angrisano si terranno lunedì 4 dicembre presso la cattedrale di Andria alle 15:30.

La funzione sarà celebrata dal vescovo Luigi Mansi e per quel giorno sarà proclamato il lutto cittadino.

L’audio inviato pochi giorni prima di morire

Venerdì 1° dicembre ‘Pomeriggio Cinque’ ha mandato in onda un audio inedito di Vincenza Angrisano.

Nella nota vocale, la 42enne si confidava con un’amica, scusandosi per non essersi fatta sentire, con queste parole: “Ho avuto una settimana molto particolare, dove sono andata in ospedale, dove mio marito mi ha alzato le mani“, e ancora: “Facevo casa di mia madre-casa mia, giravo per strada, cercavo di stare quanto più lontana da casa“.

La testimonianza di una collega

Sempre la redazione di ‘Pomeriggio Cinque’ mercoledì 29 novembre, un giorno dopo il femminicidio, ha raccolto la testimonianza di una collega di Vincenza Angrisano.

Vincenza lavorava per un’azienda di vendite di prodotti per la casa, e in un’occasione si era rifiutata di mostrarsi in video durante un incontro online.

La collega ha raccontato: “Mi aveva scritto un messaggio per dirmi che non era presentabile”, dunque la stessa collega aveva tentato di capirci meglio chiedendole cosa le fosse successo: “Diciamo che ho sbattuto contro un muro“, aveva risposto Vincenza Angrisano.

Poi la confessione: “Ieri sera mi ha picchiata“.

autopsia-vincenza-angrisano-andria-femminicidio Fonte foto: Facebook / iStock

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,