,,

Variante indiana a Roma, passeggeri positivi: attesi altri voli

A Roma è stata individuata la variante indiana in almeno uno dei passeggeri sbarcati dall'India: crescono i timori

Tra i positivi al Covid sul volo atterrato a Fiumicino mercoledì scorso c’è almeno un caso di variante indiana. A rivelarlo, come riporta Il Messaggero, è il sequenziamento effettuato nel laboratorio dell’ospedale militare Celio. Gli altri eventuali casi positivi alla mutazione saranno resi noti dopo gli approfondimenti eseguiti allo Spallanzani di Roma.

In tutto, i positivi individuati sul volo Air India partito da New Delhi erano 23 compreso il comandante. La percentuale è molto alta: il 9% dei passeggeri. Dai primi riscontri, già trasmessi al Ministero della Salute, è emerso che almeno un caso corrisponde con la variante indiana, un secondo con la variante inglese.

Resta da capire come mai tante persone a bordo fossero positive al virus nonostante servisse un certificato di negatività prima dell’imbarco. Il sospetto, come emerso dai primi racconti dei passeggeri, è che in molti avrebbero acquistato i certificati al mercato nero.

A Roma intanto è iniziata la corsa contro il tempo per tentare di cancellare i tre voli provenienti dall’India attesi a Fiumicino tra mercoledì e venerdì. Dopo il tampone positivo alla variante indiana, infatti, crescono i timori che i voli possano diventare una vera e propria bomba per l’aumento dei casi relativi alla nuova mutazione.

Un altro rischio, inoltre, è legato alla “triangolazione“: alcuni passeggeri potrebbero raggiungere il nostro Paese dopo essersi imbarcati dall’India con uno scalo intermedio.

Oggi a Orio al Serio (Bergamo) atterrerà un Airbus 330 della compagnia charter HiFly, che vola per conto dell’indiana SpiceJet, proveniente da Amistar (Punjab). Sbarcheranno così in Italia 150 passeggeri residenti nel nostro Paese che dovranno mostrare l’esito del tampone. Tutti saranno sottoposti nuovamente a test e dovranno restare 14 giorni in isolamento nei Covid hotel.

Variante indiana a Roma, Zingaretti: “Nessun caso tra Sikh”

Nel Lazio “non ci sono ancora casi di variante indiana del Covid-19 – ha precisato il governatore del Lazio Nicola Zingaretti a Uno Mattina -. Andiamo alla ricerca, ma allo stato attuale non c’è”.

In merito ai controlli effettuati nella comunità Sikh in provincia di Latina, per la quale è stato necessario dichiarare zona rossa una frazione di Sabaudia, ha chiarito: “Sta funzionando molto la collaborazione con prefettura, forze dell’ordine ma anche con la stessa comunità indiana che ha tutto l’interesse a circoscrivere i casi. Il caso di Latina conferma che nel Lazio c’è un ottimo sistema di tracciamento”.

VirgilioNotizie | 03-05-2021 07:36

Variante indiana, nuovi divieti. Contagi sul volo a Fiumicino Fonte foto: ANSA
Variante indiana, nuovi divieti. Contagi sul volo a Fiumicino
,,,,,,,