,,

Variante Delta, Ricciardi contro il Regno Unito: "Scelta delirante"

Walter Ricciardi ha definito pericolosa e inquietante la scelta di Boris Johnson del 'liberi tutti' nel Regno Unito dal 19 luglio

“Trovo inquietante che il Paese con la percentuale di infetti più alta invece di nuove misure di controllo contro l’infezione le elimini. Sono allibito”. Così Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, ha commentato in una intervista a Il Messaggero la decisione del Regno Unito di togliere le ultime restrizioni anti Covid dal 19 luglio, compreso l’obbligo delle mascherine al chiuso e del distanziamento sociale.

Una decisione che Ricciardi valuta come “totalmente negativa. Tutti i miei colleghi inglesi sono allibiti. È una decisione politica e non scientifica”.

Secondo l’esperto, con la variante Delta di mezzo è un rischio per tutti, “specie se consideriamo che proprio il Regno Unito è stato la porta d’accesso in Ue dato che il governo inglese ha aspettato due settimane prima di bloccare gli arrivi dall’India mentre aveva già bloccato Pakistan e Bangladesh. L’ultima presa di posizione di Johnson è delirante“.

“È vero – ha detto – che il numero di ospedalizzazioni ora è basso ma se aumenti il numero degli infetti, cioè la platea di riferimento, è ovvio che avrai un impatto. Abbassare la guardia in questo momento è pericolosissimo”.

Vacanze e discoteche: i rischi

Sul rischio che i viaggi all’estero e le vacanze possano far ripartire i contagi, anche in Italia, Ricciardi ha detto che “se il Green pass Ue per gli spostamenti all’interno dei 27 viene rispettato, e cioè viene consentito davvero di spostarsi solo a vaccinati, guariti o negativi, questo è un elemento di sicurezza”.

“Tutto ciò che accade al di fuori di questo perimetro però, come è il caso degli inglesi appunto che sono extra-europei oramai e quindi non rispondono alle norme, è rischioso”.

“Allo stesso modo – ha aggiunto – è invece palese che la diffusione, dato che troverà una platea di vaccinati forte, avrà un impatto diverso rispetto all’anno scorso”.

Riguardo alla riapertura dei locali da ballo, per Ricciardi tutto dipende dal rispetto delle regole: ” La discoteca è un ambiente ad altissimo rischio perché ci si va per ballare, gridare, stare vicini. Per cui è normale che se entra un soggetto infetto, specie se l’ambiente è chiuso, l’infezione è sicura e quindi le discoteche diventano focolai. Al contrario se controllato è un ambiente gestibile, ma bisogna avere la certezza che i controlli siano rigorosi”.

Ricciardi, le previsioni per l’inverno e la riapertura delle scuole

Su come sarà il prossimo futuro, Ricciardi ha detto che grazie ai vaccini possiamo andare “verso un autunno e un inverno diversi, evitando i morti e soprattutto gli errori delle altre ondate”.

“Se alla prima ondata non c’erano i vaccini, per la seconda e la terza si è sbagliato nella gestione del trasporto pubblico e nelle scuole. Se ora però noi vacciniamo, rispettiamo le norme e ci prepariamo per l’autunno con mezzi pubblici potenziati e scuole controllate, potremo avere una stagione normale, senza una pressione forte sul sistema ospedaliero”.

“A quel punto – ha evidenziato – sarà più un problema individuale che collettivo, più delle persone che non si sono vaccinate”.

Riguardo alla scuola, l’esperto ha affermato che si parte dal presupposto che gli under 12 ora non possono vaccinarsi. Quindi “c’è bisogno di distanziamento e mascherina, e anche di avere un’aria purificata”.

“Ma non lo puoi fare solo aprendo le finestre, sennò i bambini congelano, servono delle strategie per il ricircolo, degli investimenti. Dobbiamo mettere le scuole nelle condizioni di non chiudere”.

VirgilioNotizie | 06-07-2021 08:05

Covid, quali vaccini proteggono di più dalla variante Delta Fonte foto: ANSA
Covid, quali vaccini proteggono di più dalla variante Delta
,,,,,,,