,,

Vaccino AstraZeneca, la conferenza stampa dell'Ema

L'Ema ha indetto una conferenza stampa per fare il punto sul vaccino AstraZeneca e lo stop temporaneo della sua somministrazione

L’Agenzia europea per il farmaco (Ema) ha indetto una conferenza stampa alle 14 del 16 marzo. Lo ha reso noto la Commissione Ue che ha fornito la piattaforma internet per trasmettere la conferenza in streaming. Durante l’evento, sono state comunicate novità circa lo stop temporaneo del vaccino di AstraZeneca in Italia e in diversi Paesi dell’Unione Europea, in seguito ad alcuni casi di trombosi e morti sospette.

Vaccino AstraZeneca, la conferenza dell’Ema

La direttrice esecutiva dell’Ema Emer Cooke, intervenendo alla conferenza stampa, ha spiegato: “Stiamo facendo questa revisione in seguito alle preoccupazioni emerse” in seguito ai decessi avvenuti dopo la somministrazione del vaccino, sottolineando che la priorità è “assicurarci della sicurezza del vaccino“.

“Non ci sono indicazioni che le vaccinazioni possano aver provocato questi eventi”, ha sottolineato Emer Cooke, ma l’Ema sta comunque effettuando “un’analisi rigorosa sugli eventi tromboembolici“, esaminando “caso per caso le reazioni sospette”.

La direttrice esecutiva dell’Ema ha ribadito che “per il momento non ci sono indicazioni che il vaccino abbia causato queste condizioni, non sono emerse nei test clinici né sono stati indicati come effetti collaterali noti”.

Stando a quanto spiegato da Emer Cooke, sono finora 30 i casi accertati di trombosi a seguito della somministrazione del vaccino AstraZeneca, su “quasi 5 milioni di persone vaccinate”.

L’Ema ha fatto sapere che i casi accertati di tromboembolie seguiti alle vaccinazioni al 10 marzo erano 30, ma che il numero è sottostimato perché “anche nel weekend sono stati segnalati ulteriori casi”.

Il tasso percentuale di trombi ed embolie a seguito della somministrazione del vaccino contro il Covid, ha fatto sapere l’Ema, non sembra essere superiore a “quello della popolazione generale”.

Cooke: “L’obiettivo è la sicurezza dei vaccini”

“Molte migliaia di persone sviluppano trombosi ogni anno in Europa per cause di differenti”, e l’intenzione dell’Ema è di chiarire una volta per tutte se “si tratta di un effetto collaterale o coincidenza“, ha aggiunto Emer Cooke. Sono in corso di valutazione eventi collegati a tutti i vaccini, anche se “al momento sono stati riportati casi su AstraZeneca”.

La situazione che si è venuta a creare “non è imprevista”, ha detto Emer Cooke, ma secondo quanto appreso dall’Ema, il rapporto rischi-benefici del vaccino di AstraZeneca “rimane positivo, stiamo continuando a valutare possibili eventi collaterali”.

La valutazione dell’Ema è attesa per giovedì, e Emer Cooke ha sottolineato che sarà assicurata “trasparenza” e che, ancora una volta, l’obiettivo è “garantire la sicurezza del vaccino e comunicare i risultati”. Nel frattempo è in corso un’inchiesta dell’Ema su alcuni lotti specifici del vaccino di AstraZeneca.

Il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenuto sul tema, aveva spiegato che “la decisione di ieri di sospendere AstraZeneca è di natura precauzionale ed è emersa dopo una valutazione dell’istituto tedesco per i vaccini”.

VirgilioNotizie | 16-03-2021 14:35

AstraZeneca, stop in Italia: i virologi pro e quelli contro Fonte foto: ANSA
AstraZeneca, stop in Italia: i virologi pro e quelli contro
,,,,,,,