,,

Tanzania, oltre il negazionismo: Covid curato con zenzero e pepe

Il caso del governo negazionista della Tanzania: niente tamponi, il Covid si cura con intrugli di erbe e preghiere. Le morti, però, crescono

La Tanzania è Covid free: a sostenerlo è il governo del Paese africano. In realtà le cose non starebbero affatto come dichiara l’esecutivo che non ha nemmeno in programma alcuna campagna vaccinale né ha intenzione di usare alcuna cura approvata dalla comunità medico scientifica internazionale. La ricetta per scongiurare la pandemia in Tanzania si basa su due pilastri: preghiera ed intrugli a base di erbe e piante rigorosamente locali.

Ma come si è arrivati a questo punto? Come spiega il Corriere della Sera, il governo dello stato africano, capeggiato dal presidente John Magufuli, dopo aver visto una prima impennata di casi durante la prima ondata del contagio, ha deciso repentinamente di non conteggiare più i casi di Covid. Ciò accadeva lo scorso maggio. Un mese dopo, a giugno, Magufuli dichiarava che la nazione da lui guidata aveva sconfitto il virus grazie a tre giorni di digiuno e preghiere.

Un atteggiamento oltre il negazionismo: in Tanzania infatti non solo non si è presa alcuna misura anti coronavirus (e tuttora non la si sta prendendo), ma addirittura viene negato che il medesimo Covid circoli nello stato. Per questo non vengono fatti tamponi e test nemmeno sui malati. Va da sé che non c’è neppure l’obbligo di indossare la mascherina e di rispettare il distanziamento. In aggiunta bar e discoteche sono aperti a chiunque.

La ministra della salute della Tanzania, Dorothy Gwajima, ha persino tenuto una conferenza stampa in cui ha sostenuto che per non infettarsi basta ingerire un preparato a base di zenzero, cipolle, limone e pepe. Naturalmente durante la conferenza non è mancata una dimostrazione pratica.

“Dobbiamo migliorare la nostra igiene personale, lavarci le mani con acqua corrente e sapone, usare fazzoletti, fare esercizio fisico, mangiare cibi nutrienti, bere molta acqua e usare rimedi naturali di cui è dotata la nostra nazione”, ha spiegato Gwajima, rimarcando però che il virus non circola in Tanzania ma sta “devastando” i paesi limitrofi.

“Eravamo abituati a celebrare uno o due funerali a settimana nelle parrocchie cittadine, ora ne officiamo tutti i giorni” ha raccontato alla Bbc il segretario della Cei tanzaniana Charles Kitima, provando che la situazione nel Paese sia ben diversa da quella descritta dal governo in carica.

VirgilioNotizie | 08-02-2021 20:35

Cosa si sa oggi sui vaccini Pfizer, Moderna, Astrazeneca, Sputnik Fonte foto: ANSA
Cosa si sa oggi sui vaccini Pfizer, Moderna, Astrazeneca, Sputnik
,,,,,,,