,,

Soverato, picchiata per aver chiesto i soldi dello stipendio: indagato il datore di lavoro

Una giovane lavapiatti di origini nigeriana sarebbe stata picchiata dal titolare di un ristorante di Soverato: il video è virale e l'uomo indagato

Pubblicato il:

È diventato rapidamente virale il video pubblicato in diretta da Beauty Davis, 25enne di origini nigeriane che sarebbe stata aggredita e picchiata dal titolare del ristorante di Soverato presso cui lavorava. La donna ha affrontato il datore di lavoro per ottenere un presunto stipendio non dato ed è scattata la rabbia dell’uomo.

Soverato, aggredita per aver chiesto lo stipendio

Tutto è accaduto nei giorni scorsi a Soverato, provincia di Catanzaro. Una ex dipendente di un lido-ristorante ha denunciato via social un presunto comportamento scorretto nei suoi confronti da parte del titolare dell’impianto, il 53enne Nicola Pirroncello.

Beauty Davis, questo il nome della 25enne, si è ripresa mentre chiede al datore di lavoro i soldi dello stipendio che questi non gli avrebbe versato al termine del rapporto lavorativo. Nel video, circolato rapidamente sul web, si assiste all’aggressione dell’uomo.

Beauty Davis e l'avvocataFonte foto: ANSA
La 25enne Beauty Davis e l’avvocata Filomena Pedullà

La ragazza sarebbe stata aggredita, presa per i capelli e avrebbe riportato una ferita alla mano. Assieme al suo avvocato, si è poi presentata dai Carabinieri per denunciare il tutto. Da qui, è partita un’inchiesta che coinvolge il titolare.

Indagato per lesioni, furto e minacce il datore di lavoro

Stando a quanto riporta Repubblica, la denuncia di Beauty Davis ha spinto al Procura di Catanzaro ad aprire un fascicolo. Nicola Pirroncello, incensurato e figlio di un carabiniere in pensione, risulta ora indagato per lesioni personali, furto e minacce.

L’avvocata della 25enne ha puntato il dito contro la violenza usata e testimoniata dal video in diretta ripreso da Beauty, una pratica consigliata dagli stessi sindacati quando si tratta di discussioni coi datori di lavoro su stipendio e altre questioni per le quali è bene tutelarsi.

“Al di là dunque dell’aspetto pratico della questione, e della somma di denaro che era dovuta a Beauty – ha detto l’avvocata Filomena Pedullà – la violenza non deve mai essere praticata”. Dal canto suo, Nicola Pirroncello si è difeso e raccontato una storia diversa da quella dell’ex dipendente.

I problemi col contratto e i soldi dello stipendio

Secondo le ricostruzioni emerse, tutto ruota attorno a soldi dello stipendio non dati: Beauty Davis, assunta come lavapiatti, aveva deciso di licenziarsi e cambiare lavoro, chiedendo di ricevere i soldi per le ore di lavoro maturate fino a quel momento.

Il titolare, però, le avrebbe dato solo il dovuto stabilito dal contratto, 200 euro, e non quanto realmente pattuito tra le parti, ovvero 600 euro. Il caso viene trattato come un’altra stortura nel mondo del lavoro italiano, tra compensi in nero e accordi tra datori e dipendenti non rispettati.

Solo poche settimane fa, un caso simile: una cameriera è stata picchiata a sangue dai titolari di un ristorante di Riva Trigoso, per aver chiesto i soldi dello stipendio.

La versione del proprietario del lido-ristorante

Diametralmente opposta, ovviamente, la versione di Nicola Pirroncello. Tramite una nota diffusa dai propri legali, l’uomo ha respinto tutte le accuse nei suoi confronti. Afferma che l’ex dipendente si è piazzata per ora all’interno del locale, nonostante avesse già provveduto a pagarla tramite bonifico.

Per il titolare, Beauty Davis impediva il regolare svolgimento dei servizi di balneazione e ristorazione, urlando e “precostituendosi una prova” riprendendo tutto col suo telefono. L’aggressione sarebbe scaturita “nella concitazione del momento e sfiancato dai rifiuti della ex dipendente ad allontanarsi dai locali”, riporta il comunicato.

La vicenda in queste ore è particolarmente attenzionata perché si inserisce nel già delicato quadro delle condizioni di lavoro in Italia e del possibile bias nei confronti di persone extracomunitarie, sotto i riflettori in questi giorni dopo i fatti di Civitanova Marche.

soverato-picchiata-stipendio Fonte foto: 123rf
,,,,,,,