,,

Scuola, Azzolina assicura: "Inviati 94 milioni di mascherine"

La ministra dell'istruzione interviene in tv alla vigilia del rientro a scuola per assicurare la consegna di 94 milioni di mascherine

La sera prima del rientro a scuola per milioni di studenti in tutta Italia, la ministra della Scuola Lucia Azzolina torna a parlare in tv per rassicurare alunni e genitori e lo fa in diretta a L’Aria che tira su La7 annunciando di aver già consegnato agli istituti 94 milioni di mascherine.

Scuola, l’annuncio sulle mascherine del commissario straordinario Arcuri

L’annuncio era stato fatto poco prima al Tg1 dal commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 Domenico Arcuri: “Domattina tutti avranno la mascherina chirurgica per svolgere le attività in sicurezza. Abbiamo distribuito ai 19mila istituti italiani 94 milioni di mascherine, che sono già nella disponibilità dei dirigenti scolastici”.

“Abbiamo fatto tutti insieme uno sforzo ciclopico in pochi mesi, nessun altro paese nel mondo è riuscito a fare altrettanto” ha sottolineato Arcuri, spiegando che la distribuzione continuerà almeno fino a fine anno e aggiungendo come gli istituti siano stati riforniti anche di 400mila litri di gel igienizzante.

Scuola, Azzolina interviene in tv: “La scuola è il posto più sicuro”

La conferma della notizia della consegna di milioni di mascherine è arrivata anche dalle parole della ministra Azzolina: “La scuola è il posto più sicuro: ci sono operatori formati, il distanziamento, ci sono le mascherine, al momento ne sono state inviate 94 milioni. Si stanno distribuendo in tranche. Quale altro luogo fuori dalla scuola ha le stesse regole? Faccio appello perché le stesse regole siano usate fuori dalla scuola”.

In collegamento con la trasmissione la responsabile del Dicastero chiarisce anche le posizioni dei docenti e il problema delle cattedre vuote: “Per il 24 tutti i docenti precari saranno in classe, le graduatorie sono già pronte. Anche io voglio che i docenti siano in classe dal primo giorno” ha spiegato rispondendo alle domande.

“Anche io da precaria venivo nominata sempre all’ultimo e per questo entravo sempre tardi nelle mie classi.  Abbiamo provato a velocizzare la chiamata dei supplenti con la digitalizzazione – ha detto Azzolina. In Campania c’è stata decisione del presidente della Regione Vincenzo De Luca di iniziare più tardi l’anno scolastico: fa parte delle sue competenze.”

La ministra della Scuola rivendica inoltre le scelte fatte in vista del rientro questa volta collegata in diretta con Domenica Live su canale 5: “Sui banchi non si è mai investito da 20 anni. I dirigenti scolastici ci hanno chiesto 2,4 milioni di banchi, 2 milioni sono tradizionali, gli altri sono sedute innovative. Il fatto che non ci sia il banco singolo non significa che la scuola non possa iniziare: se non c’è il metro di distanza si deve tenere la mascherina. La scuola ha subito tagli per anni.  Abbiamo creato 10 mila aule in più nelle scuole per i ragazzi, altri andranno fuori dalle scuole”.

VirgilioNotizie | 13-09-2020 23:43

azzolina Fonte foto: Ansa
,,,,,,,