,,

Casa Savoia, Emanuele Filiberto svela il complotto dello zio

La mossa del principe Amedeo, del ramo Aosta, per "prendere il posto di casa Savoia"

Dopo l’annuncio da parte di Vittorio Emanuele ed Emanuele Filiberto di una svolta storica in casa Savoia, con la prima donna erede al trono dopo mille anni, spuntano i malumori. Il ramo del principe Amedeo, come riporta Ansa, ha annunciato una dura battaglia.

La figlia di Emanuele Filiberto, Vittoria, è l’erede designata. Il padre ha spiegato che la 16enne “è molto emozionata” e sente il nuovo ruolo “con grande responsabilità”. Il nonno Vittorio Emanuele le ha confermato il titolo di principessa di Carignano e marchesa d’Ivrea, mentre la sorella minore Luisa è principessa di Chieri e contessa di Salemi.

Svolta in casa Savoia, svelata la mossa del principe Amedeo

Il principe Amedeo, in un documento firmato da Gianni Cuttica e Aldo Mola a nome della Consulta dei Senatori del Regno, ha tenuto a precisare che la legge Salica è immutabile e inviolabile. Come dichiarato anche da Emanuele Filiberto, infatti, il re Umberto II “non ha mai modificato la sua successione”.

Dopo la mossa del “ramo cadetto”, come riporta Ansa, Emanuele Filiberto ha dichiarato: “Il ramo Aosta ha sempre voluto prendere il posto di casa Savoia ed è un gran peccato e una grande tristezza, perché tutti insieme potremmo fare molto di più”.

“La Consulta, di cui fa parte anche mio zio Amedeo, è una semplice associazione, non è la Consulta voluta e riconosciuta da Casa Savoia”, ha aggiunto bollando come “ridicola” e “anacronistica” la presa di posizione della Consulta presieduta da Gianni Stefano Cuttica e Aldo Mola.

Emanuele Filiberto, il commento sulla Repubblica e la monarchia

Intervenuto a “La Zanzara” su Radio24, Emanuele Filiberto ha spiegato, in merito alla monarchia: “I valori sono monarchici, il cuore è monarchico, però voglio dire guardo l’attuale Repubblica Italiana e mi sento bene lì dentro. Però quello che sono, lo sono. Io ho un nonno che ha sofferto nel ’46 lasciando l’Italia, ho un trisavolo che ha unificato questo bellissimo paese, non può essere altro che monarchico il mio cuore”.

Alla domanda su chi voterebbe in Emilia Romagna, tra la Borgonzoni e Bonaccini, ha risposto: “Io sempre le donne, è anche una bella figliola? Lo so, lo so, non è male. Ma poi è anche una persona intelligente e preparata. Io parlo solo per Emanuele Filiberto, a titolo personale”.

Su Sanremo, infine, alla domanda sul perché non parteciperà al posto di Rula Jebreal, Emanuele Filiberto ha risposto: “Perché costo troppo”. Ma lei dovrebbe andarci gratis, per la patria: “No, Sanremo non è la patria. Vado a San Patrignano ad aiutare per la patria, ma non a Sanremo. Sono due santi diversi. Io ho già fatto il mio Sanremo. E l’ho stravinto”.

VIRGILIO NOTIZIE | 16-01-2020 16:53

emanuele-filiberto-complotto-savoia Fonte foto: Ansa
,,,,,,,