,,

Sanzioni alla Russia: congelata la villa in Sardegna di Nikita Mazepin, ex pilota russo di Formula 1

L'ex pilota di Formula 1 e il padre oligarca sono proprietari di un'immensa villa in Sardegna, ora finita nel mirino della Guardia di Finanza

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Le sanzioni sempre più pesanti imposte dagli Stati Uniti e dall’Unione europea stanno avendo forti ripercussioni non solo sul Cremlino, ma anche sulla cerchia di oligarchi e magnati che gravitano attorno alla figura di Vladimir Putin.

Le sanzioni alla Russia e i sequestri dei beni degli oligarchi

Il clima di tensione per i soggetti vicini al presidente russo si sta esacerbando al punto che molti di loro – anche se non inseriti nella lista dei sanzionati redatta dall’Occidente – stanno diventando oggetto di perquisizioni e sequestri da parte delle autorità inquirenti e giudiziarie.

Gli ultimi in ordine di tempo sono l’oligarca Dmitry Arkadievich Mazepin e suo figlio Nikita Dmitrievich Mazepin, noto pilota automobilistico di Formula 1 e guida ufficiale della scuderia statunitense Haas durante lo scorso campionato del mondo del 2021.

Il provvedimento ne loro confronti è scattato nell’ambito degli accertamenti disposti per l’individuazione delle risorse economiche riconducibili a magnati e oligarchi residenti al di fuori del territorio della Federazione russa.

Sanzioni alla Russia, cosa prevede l’Unione europea

La normativa è prevista dal Regolamento dell’Unione europea, che ha inserito nell’allegato I al testo (il numero 269/2014) le disposizioni per agire nei confronti di soggetti ed enti ritenuti ostili, se non quando apertamente pericolosi e minacciosi.

Fonte foto: Ansa

Così nella giornata di oggi (lunedì 11 aprile) nei confronti di Mazepin padre e figlio è stato eseguito un provvedimento di congelamento avente ad oggetto un complesso immobiliare ad uso residenziale sito nel Comune di Olbia (SS), situato per precisione nella località di Portisco.

La villa sequestrata dalla Guardia di Finanza

L’immensa villa della famiglia russa pare avere un valore di circa 105 milioni di euro e – fanno sapere le autorità competenti che si sono occupate del congelamento – risulta riconducibile ai predetti soggetti per il tramite di un veicolo societario estero. La notizia è stata diffusa nel pomeriggio di oggi dall’ufficio stampa della Guardia di Finanza.

Nikita Mazepin, classe 1999, era stato riconfermato alla guida della monoposto statunitense anche per quanto riguarda il mondiale in corso di svolgimento. Ma a poche settimane dall’inizio dei preparativi per il via, la casa automobilistica ha deciso di estromettere il giovane russo dal proprio team proprio a causa dell’invasione voluta da Mosca.

nikita-mazepin Fonte foto: Ansa
,,,,,,,,