,,

Salvini contro Immuni e i "soci cinesi": polemica sulla privacy

Il leader della Lega ha ribadito anche la volontà di manifestare liberamente in piazza

Il segretario della Lega Matteo Salvini si è scagliato contro l’app di tracciamento Immuni, disponibile da ieri sera negli store digitali. Lo ha fatto durante la tramissione Quarta Repubblica, condotta da Nicola Porro su Rete 4. “Non mi scarico la app Immuni. Sino a quando non sono sicuro che i dati degli italiani, la loro vita privata, non vadano in mano a qualcuno che ha magari soci cinesi, ci penso 18 volte. Perché la Cina non è una democrazia“.

L’ex ministro dell’Interno ha poi spiegato come affronterebbe l’emergenza Covid se fosse al Governo. “Se potessi scegliere le scuole aperte sarebbero una priorità. Sono aperte ovunque ma solo in Italia forse a settembre. Meno spioni e più fiducia agli italiani”.

Riguardo le polemiche montate per i viaggi all’estero e le nuove regole da rispettare per il turismo internazionale, Matteo Salvini ha dichiarato: “All’estero non ci vogliono? Chi se ne frega! Facciamo le ferie in Italia. I mari di Sardegna, come quelli della Sicilia, sono molto più belli di quelli greci e di Formentera”.

Riguardo la manifestazione del 2 giugno in piazza a Roma organizzata dal centrodestra, promossa dal leader del Carroccio e dalla presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha spiegato: “Il problema e l’emergenza in Italia è il lavoro, certo non le destre. Ci potrà essere in piazza qualcuno che dice vorrei lavorare e vorrei vivere? Ben vengano le manifestazioni composte, siamo una democrazia”.

“La settimana prossima andremo all’Inail per chiedere che non siano a carico dei datori di lavoro e dei capocantieri, eventuali problemi di salute dei lavoratori che arrivano in bus e in macchina”, ha concluso Matteo Salvini in collegamento con Quarta Repubblica.

VIRGILIO NOTIZIE | 02-06-2020 08:00

App Immuni, le prime immagini: ecco le funzioni e i menù Fonte foto: Ansa
App Immuni, le prime immagini: ecco le funzioni e i menù
,,,,,,,