,,

Vitalizio a Roberto Formigoni: chi ha votato a favore in Senato

Il Senato ha stabilito che Roberto Formigoni, condannato per corruzione, potrà continuare a percepire il vitalizio da ex parlamentare

È arrivata la conferma, da parte del consiglio di garanzia del Senato, della decisione presa dalla commissione contenziosa riguardo il vitalizio di Roberto Formigoni. L’ex parlamentare, che è stato anche presidente della Regione Lombardia, tornerà dunque a percepire la pensione. Aveva smesso di incassarla per via delle condanne in via definitiva per corruzione e associazione a delinquere, per il caso che ha coinvolto la sanità lombarda con un danno erariale di 60 milioni di euro. Ne dà notizia l’Ansa.

Perché il Senato ha ridato il vitalizio a Roberto Formigoni

Il consiglio di garanzia ha così respinto l’appello che era stato presentato da Elisabetta Serafin, segretaria generale di Palazzo Madama, contro la decisione di primo grado della corte contenziosa, tra i cui membri c’è anche il senatore Simone Pillon, che aveva deciso di accogliere il ricorso di Roberto Formigoni.

L’organismo ha deciso anche nel merito, e non solo sulla sospensiva, con tre voti a favore del rigetto, quelli dei senatori di di Lega e Forza Italia, e due voti contro, di Fratelli d’Italia e Partito Democratico. Le motivazioni non sono ancora state rese note.

Vitalizio a Roberto Formigoni: “Serve a sopravvivere”

“È stato semplicemente applicato un basilare principio di diritto secondo cui il bene della vita al quale è funzionale la pensione non è totalmente comprimibile”, ha dichiarato Domenico Menorello, legale di Roberto Formigoni, all’Agi.

“La pensione serve a sopravvivere e nessuno può ottenere una seconda condanna agli stenti”, ha sottolineato. L’ex governatore lombardo si era dichiarato indigente dopo le condanne al risarcimento del danno erariale causato dalla tangentopoli della sanità regionale.

Vitalizio a Roberto Formigoni: le critiche da parte del M5s

Molte le voci critiche rispetto alla decisione di rinnovare il vitalizio a Roberto Formigoni, inizialmente sospeso con una decisione presa dagli allora presidenti delle Camere Pietro Grasso e Laura Boldrini attraverso una delibera.

Lucia Azzolina, ex ministra della Scuola e deputata del Movimento 5 Stelle, ha scritto su Facebook che il ripristino della pensione all’ex senatore significa “scatarrare sui cittadini onesti”.

Un comunicato del Movimento 5 Stelle, che porta la firma di Paola Taverna, Laura Bottici e Gianluca Perilli, fa sapere che “il condannato per corruzione Roberto Formigoni riprende il vitalizio, e con lui gli altri ex senatori riconosciuti colpevoli di gravi reati. Dal Senato arriva un nuovo schiaffo ai cittadini italiani: la Lega e Forza Italia se ne assumono la responsabilità di fronte al Paese”.

“Evidentemente non conoscono vergogna. Noi non ci arrendiamo e domani rilanceremo la nostra battaglia con nuove proposte”, si legge ancora nella nota.

VirgilioNotizie | 19-05-2021 10:56

M5s in piazza contro i vitalizi: abbraccio tra Di Maio e Bonafede Fonte foto: ANSA
M5s in piazza contro i vitalizi: abbraccio tra Di Maio e Bonafede
,,,,,,,