,,

Rimborsi Lega, scatta la prescrizione. Il commento di Salvini

Arrivata la sentenza della Cassazione. Confermata la confisca dei 49 milioni di euro

Per i due imputati al processo, l’ex segretario leghista Umberto Bossi e l’ex tesoriere Francesco Belsito, è scattata la prescrizione per il reato di truffa. Lo ha deciso la Cassazione dopo 5 ore di camera di consiglio. Belsito resta responsabile del reato di appropriazione indebita: per lui ci sarà la rideterminazione della pena in Appello.

“Sono anni che vanno avanti con questi 49 milioni, a me non cambia niente. Non mi cambia la vita”, ha commentato il leader della Lega e ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

I giudici hanno confermato anche la confisca alla Lega dei 49 milioni di euro, decisa dalla corte d’appello di Genova il 26 novembre. Cadono invece le confische personali. Confermate le condanne anche per i revisori Diego Sanavio e Antonio Turci, accusati di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato, mentre il terzo revisore Stefano Aldovisi è stato assolto.

Lo scorso novembre Bossi e Belsito erano stati condannati in appello rispettivamente a 10 mesi e a 3 anni e 9 mesi. Secondo la sentenza che aveva condannato il Senatur e l’ex tesoriere del partito, i 49 milioni di euro che il partito ora guidato da Salvini aveva ottenuto come rimborsi elettorali nel 2014 sono oggetto di una truffa e devono ritornare nelle casse dello Stato.

VIRGILIO NOTIZIE | 07-08-2019 06:50

bossi-belsito Fonte foto: Ansa
,,,,,,,