,,

Regolarizzazione migranti, verso l'accordo: Salvini all'attacco

L'accordo su una proroga di tre mesi al permesso di soggiorno è vicino: la Lega minaccia di scendere in piazza

Si va verso una proroga di tre mesi del permesso di soggiorno per i braccianti a cui è scaduto il contratto come lavoratori stagionali. Dopo le lunghe trattative sulla regolarizzazione dei migranti che hanno impegnato i ministri di Politiche agricole, Interno, Lavoro e Sud, infatti, il risultato sarebbe questo. La sanatoria, come riporta Ansa, non riguarderà solo il settore agricolo ma anche quello domestico.

Il testo, al vaglio degli uffici legislativi dei ministeri, dovrà poi essere valutato dai capi delegazione nel Governo e potrebbe essere inserito nel decreto maggio.

Regolarizzazione dei migranti, Lega in piazza: l’ipotesi

Il leader della Lega Matteo Salvini ha definito l’ipotesi di regolarizzazione “un pessimo segnale per chi lavora e paga le tasse regolarmente”.

Il dibattito si è acceso in conferenza stampa con l’ipotesi di una protesta dell’opposizione: “La Lega in piazza? – ha dichiarato Salvini – Noi seguiamo le regole, come fanno tanti commercianti incredibilmente multati. Nel rispetto delle regole se ci sarà una sanatoria di centinaia di migliaia di abusivi protesteremo a nome degli italiani sia nelle aule del parlamento che fuori dalle aule del parlamento”.

Intanto, la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ha scritto su Twitter: “Regolarizzare 600mila clandestini vuol dire premiare chi è arrivato in Italia violando le leggi e penalizzare gli stranieri che non sono arrivati aspettando di poterlo fare a norma di legge attraverso il decreto flussi. È un pessimo segnale. Non è ciò che fa uno Stato serio”.

Contrario anche Vito Crimi, il capo politico di M5s: “Noi diciamo no alla regolarizzazione degli irregolari: se il nostro obiettivo è sostenere l’agricoltura allora dobbiamo lavorare a misure per garantire il mercato ma la soluzione non è la regolarizzazione, come se in agricoltura lavorassero solo migranti irregolari, un assunto sbagliato”. Lo afferma il capo politico dei Cinque Stelle, Vito Crimi, a Uno Mattina su Rai 1. “Noi siamo per l’emersione del lavoro nero, quello dei migranti o meno. Su quel fronte – conclude – siamo tutti insieme, siamo disponibili”.

Regolarizzazione, chi è a favore del provvedimento

Tra chi è a favore del provvedimento c’è il Pd. Il deputato Maurizio Martina ha dichiarato: “Mi pare evidente che chi non vuole chiari percorsi di regolarizzazione ed emersione dall’illegalità vuole solo che il paese continui ad avere clandestini. Il contrario della legalità e della sicurezza”.

“La regolarizzazione dei migranti? Non ne farei una questione ideologica”, ha spiegato il governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. “Partiamo da un’esigenza vera, il bisogno di manodopera nelle nostre campagne, e costruiamo una soluzione che tenga insieme i diritti delle persone e le necessità delle nostre imprese agricole. Se riuscissimo a non fare speculazione politica su questo, ma a produrre una misura equilibrata sarebbe un passo avanti”.

SONDAGGIO: Tu che ne pensi? Sei favorevole o contrario? Vota e commenta qui

VirgilioNotizie | 07-05-2020 12:03

regolarizzazione-salvini Fonte foto: Ansa
,,,,,,,