,,

Open Arms, la Spagna offre un porto. Naufraghi si gettano in mare

Gli attivisti e Salvini si accusano a vicenda di tenere in "ostaggio" i migranti da 17 giorni. La Spagna offre un porto

Il premier spagnolo Pedro Sanchez ha annunciato di aver offerto il porto di Algeciras, in Andalusia, per lo sbarco dei migranti a bordo della nave Open Arms, da giorni in stallo davanti al porto di Lampedusa con 107 persone a bordo, e ha attaccato il ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini per la sua “inconcepibile” chiusura.

In un comunicato della presidenza spagnola riportato da “El Pais”, si legge: “L’inconcepibile risposta delle autorità italiane, e in particolare del suo ministro dell’Interno Matteo Salvini, di chiudere tutti i suoi porti e le difficoltà esposte da altri paesi del Mediterraneo centrale, hanno portato la Spagna a guidare nuovamente la risposta alla crisi umanitaria”.

Su “Twitter”, Sanchez ha scritto: “Ho indicato che il porto di Algeciras sia abilitato per ricevere Open Arms. La Spagna agisce sempre nelle emergenze umanitarie. È necessario stabilire una soluzione europea, ordinata e di supporto, che guidi la sfida migratoria con i valori del progresso e dell’umanesimo dell’Ue”.

Su “Facebook”, Salvini ha commentato: “La Spagna apre i porti agli immigrati della ONG Open Arms. Bene! Chi la dura la vince”.

Open Arms, però, ha scartato come “non fattibile” l’ipotesi di uno sbarco nel porto di Algeciras, distante 6 giorni di navigazione. “Queste persone hanno bisogno di essere sbarcate immediatamente”, ha affermato una fonte della Ong a “Europa Press”. “In questo momento siamo in una situazione di emergenza umanitaria e queste persone devono essere sbarcate, ci sono sentenze che lo stanno dicendo da giorni”.

In precedenza, sulla pagina “Twitter” della Ong Open Arms, era apparsa una provocazione indirizzata a Matteo Salvini, che ha subito replicato con un nuovo attacco all’organizzazione spagnola. “Giorno 17. Miserabile“, si legge nel tweet di Open Arms. “Miserabile è chi utilizza 107 esseri umani ‘senza nome’ e dei voluntar@ come ostaggi per fare propaganda xenofoba e razzista. Complici, tutti quelli che lo permettono e si prendono gioco del loro dolore”.

Immediata la replica del vicepremier Salvini: “Da 17 giorni, invece di andare in un porto spagnolo, questi ‘signori’ tengono in ostaggio gli immigrati a bordo (fra cui finti malati e finti minorenni) solo per attaccare e provocare me e l’Italia. Non mi fate paura, mi fate pena. Io non mollo”.

Intanto, secondo quanto appreso e riportato da “Ansa”, dall’ispezione sulla Open Arms disposta dalla Procura di Agrigento non sarebbero emerse particolari criticità igienico-sanitarie tali da far scattare l’emergenza.  Cinque naufraghi, con addosso giubbotti-salvagente, si sono gettati dalla Open Arms tentando di raggiungere a nuoto la costa di Lampedusa. Per evitare il peggio, però, alcuni volontari della Ong si sono tuffati e hanno riportato i migranti sulla nave. Scene di panico a bordo, con le donne in lacrime. Per il fondatore della Ong, Oscar Camps, la “situazione è insostenibile”.

Nella giornata di ieri, sabato 17 agosto, è stato approvato lo sbarco di 27 minorenni a bordo della nave della Ong, dopo un acceso botta e risposta tra Conte e Salvini. Subito dopo, il leghista aveva avanzato dei dubbi sull’età degli sbarcati: “Dopo i ‘malati immaginari’, ecco i ‘minorenni immaginari’!Mentre altri cedono, io non cambio idea” aveva twittato il vicepremier.

VIRGILIO NOTIZIE | 18-08-2019 11:18

Open Arms, naufraghi si gettano in mare per raggiungere Lampedusa Fonte foto: Ansa
Open Arms, naufraghi si gettano in mare per raggiungere Lampedusa
,,,,,,,