,,

Omicidio Yara, si riapre il caso? Bossetti: “Non l'ho uccisa"

Il settimanale 'Oggi' rivela la reazione di Massimo Bossetti dopo la sentenza della Cassazione che consente ai suoi difensori l'accesso ai reperti

Non ho ucciso Yara, finalmente qualcuno mi ha ascoltato e potrò dimostrare che non sono un assassino“. Queste le parole di Massimo Bossetti dopo la sentenza della Cassazione che consente ai suoi difensori e consulenti l’accesso ai reperti dell’inchiesta sull’omicidio di Yara Gambirasio.

Lo rivela il settimanale ‘Oggi’, in edicola da giovedì. ‘Oggi’ analizza le motivazioni della sentenza, che potrebbe essere un primo passo per una possibile revisione del processo.

La Cassazione infatti ha accolto le richieste della difesa di Massimo Bossetti, condannato in via definitiva all’ergastolo per l’omicidio di Yara Gambirasio, e ha riperto la questione sui reperti.

I giudici hanno annullato con rinvio le ordinanze con cui il presidente della Corte d’assise di Bergamo aveva respinto, dichiarandola inammissibile, la richiesta degli avvocati Claudio Salvagni e Paolo Camporini di accedere ai reperti dell’indagine.

Ora la palla è passata nuovamente a Bergamo e altri giudici dovranno pronunciarsi sulla possibilità che la difesa possa visionare, tra l’altro, i campioni di Dna e gli abiti della ragazzina di 13 anni, di Brembate Sopra, uccisa il 26 novembre 2010.

VirgilioNotizie | 27-01-2021 15:10

Da Bossetti a Stasi: che lavori fanno i detenuti in carcere Fonte foto: ANSA
Da Bossetti a Stasi: che lavori fanno i detenuti in carcere
,,,,,,,