,,

Now And Then è l'ultima canzone inedita dei Beatles dopo 40 anni con la voce di John Lennon: quando uscirà

L'ultima canzone inedita dei Beatles ha un nome e una data: 40 anni dopo esce Now And Then, con John Lennon alla voce e al piano

Pubblicato il:

I Beatles stanno per sfornare l’ultima canzone inedita, e manca pochissimo. C’è hype e hype, e nell’era dei social gli artisti ci hanno abituati a viverlo semplicemente modificando un’immagine del profilo da una pagina o con un testo criptico, ma per quando si tratta dei Fab Four è sempre tutto diverso. Nei giorni scorsi sulle strade di Liverpool sono comparsi strani teaser, poi quelle tre parole che lasciano immaginare il miracolo: “Now and then“. Nient’altro che il titolo della novità più attesa del nuovo millennio.

La nuova canzone dei Beatles: quando uscirà

Dopo 40 anni gli archivi restituiscono altra musica, un’altra canzone dei Beatles che nessuno ha sentito prima del 2023 se non i diretti interessati.

È quanto annunciato sui social ufficiali dei Fab Four sui quali è spuntata la data di uscita di ‘Now and Then’, l’ultimo inedito che finalmente vedrà la luce.

Il brano sarà fuori il 2 novembre alle ore 15 (ora italiana) nel lato A del singolo ci sarà anche ‘Love Me Do‘, jl primo singolo in assoluto dei Beatles che vide la luce nel 1962.

Un accostamento, quello tra il primo e l’ultimo singolo, che chiude un cerchio perfetto.

Venerdì 3 novembre toccherà invece al video ufficiale di ‘Now and Then’.

Infine, il 1° novembre uscirà alle 20:30 (ora italiana) su YouTube il cortometraggio ‘Now and Then – The last Beatles’ song” della durata di 12 minuti.

Si tratta di un documentario firmato da Oliver Murray sulla realizzazione del brano, con le voci di Paul McCartneyRingo StarrGeorge HarrisonSean Ono LennonPeter Jackson che commentano i lavori in corso.

Nel trailer pubblicato sui canali ufficiali dei Beatles vediamo immagini d’epoca con John Lennon, Yoko Ono e George Harrison.

La storia dietro Now and Then

Verso la fine degli anni ’70 John Lennon registrò la demo di questo brano nel suo appartamento al Dakota Building di New York, eseguendolo con voce pianoforte.

Nel 1994 Yoko Ono consegnò tre bozze a Paul, George e Ringo. Si trattava di ‘Free as a Bird‘, ‘Real Love‘ e ‘Now and Then’. Le prime due videro la luce rispettivamente nel 1995 e nel 1996 all’interno di ‘The Beatles Anthology’.

Per quanto riguarda la terza, la qualità dell’audio era gravemente compromessa e le tecnologie dei primi anni ’90 non consentivano di separare accuratamente la voce di John Lennon dal suono del pianoforte per distinguerle in due tracce, per questo i Beatles superstiti desistettero con la promessa di riprovarci quando sarebbero arrivate innovazioni in termini di ingegneria del suono.

Nel 1995, tuttavia, George Harrison registrò alcune parti di chitarra.

L’illuminazione per riprendere il progetto è arrivata con la docuserie ‘The Beatles: Get Back’ di Peter Jackson, che per ripulire il suono dei filmati originali aveva utilizzato la tecnologia MAL per de-mixare la traccia audio dei filmati originali per poter isolare tutte le componenti.

Quindi nel 2022 Paul e Ringo hanno rimesso le mani sul progetto e hanno ripreso con le sovraincisioni, ritrovando la poesia di un lavoro svolto insieme ai grandi assenti George Harrison e soprattutto John Lennon.

McCartney, infine, ha completato il tutto: il risultato è un brano in cui dominano cori, chitarre acustiche e atmosfere oniriche che sono sempre state una tipicità dei brani dei Fab Four.

Il figlio di John Lennon: “Toccante”

Nel commentare il progetto portato a termine per chiudere per sempre la storia discografia dei Beatles, Sean Ono Lennon ha dichiarato: “È stato incredibilmente toccante ascoltarli lavorare assieme dopo tutti gli anni trascorsi dalla morte di mio padre”.

Anche Paul e Ringo non hanno resistito all’emozione. McCartney ha dichiarato: “Ed eccola lì, la voce di John, chiara e limpida. È molto emozionante. E suoniamo tutti, è un’autentica registrazione dei Beatles“.

Il batterista, infine: “È stata l’esperienza che più ci ha avvicinato ad averlo di nuovo nella stanza con noi, è stato davvero emozionante per tutti. È stato come se John fosse lì, capite. È fantastico”.

Probabilmente Paul McCartney non avrebbe mai immaginato, dopo aver compiuto 80 anni, di poter incantare ancora il mondo intero pubblicando nuova musica dei Beatles.

ultimo-inedito-beatles-now-and-then Fonte foto: ANSA

La scelta ideale per l'autumobilista

,,,,,,,,