,,

Nicola Scapinello e l'amore per Vanessa Ballan: accompagnata a denunciare lo stalker dopo il tradimento

Il racconto dell'omicidio di Vanessa Ballan, vittima della violenza di uno stalker, dal quale il compagno Nicola Scapinello aveva provato a difenderla

Pubblicato il:

Nicola Scapinello aveva accompagnato la sua compagna Vanessa Ballan a denunciare il suo stalker, passando sopra a tutto il resto e scegliendo di difendere la compagna di una vita. Un gesto nobile e potenzialmente provvidenziale, che però purtroppo non è servito a scongiurare il tragico omicidio della donna. Il compagno di Vanessa, ignaro per mesi della minaccia, si è purtroppo trovato davanti alla scena orribile, dando l’allarme con il cuore spezzato ed evitando che anche il figlio vedesse tutto. Una storia che scatena rabbia e commozione, considerando che la coppia aveva da poco avuto notizia della seconda gravidanza.

L’amore di Nicola Scapinello per Vanessa Ballan

Il 28enne Nicola Scapinello si trova ora a fronteggiare la dolorosa realtà della perdita della sua compagna, Vanessa Ballan, vittima di un oscuro atto di violenza e possesso, oltre alla gestione di un bambino di 4 anni che ha perso la sua mamma.

Un risvolto oscuro e inopinabile, in una storia che sembra provenire da un racconto di vita normale. L’incontro fra i a scuola, 11 anni di convivenza serena, viaggi, momenti felici e, soprattutto, l’arrivo del loro amato bambino nel 2019.

Tuttavia, dietro questa facciata apparentemente idilliaca si celava un incubo che avrebbe portato alla tragedia, del quale l’uomo non avrebbe avuto la minima avvisaglia.

La scoperta di Nicola Scapinello e la scelta

Nicola Scapinello, dipendente dell’impresa edile di famiglia, è rimasto ignaro per mesi dell’oscura minaccia che incombeva sulla vita di Vanessa. La verità è emersa una sera, quando la donna, in lacrime, ha confidato al compagno di essere vittima di stalking e violenza da parte di un uomo minaccioso incontrato casualmente in un supermercato.

Nonostante avesse appreso che un altro uomo si era intromesso nella loro storia di lungo corso, con grande dignità, Nicola Scapinello ha preso la sua scelta: passare sopra a tutto e affrontare la realtà con coraggio, avendo appreso la serietà della situazione.

Così Vanessa il 25 ottobre scorso ha denunciato l’uomo alle autorità, spalleggiata da un compagno pronto a perdonare e a costruire un futuro migliore.

L’ansia e il tragico epilogo

Dopo che Nicola e Vanessa si erano recati dai carabinieri e in Procura per denunciare lo stalker, sono trascorsi alcuni giorni di calma apparente, ma in realtà nulla era pienamente sotto controllo.

L’angoscia ha continuato a covare sotto la superficie, fino alla mattina del giorno dell’omicidio, quando la coppia si scambiava messaggi in merito alla preoccupazione che non li abbandonava. Così, quando Vanessa ha smesso di rispondere, Nicola ha capito subito e ha lasciato il cantiere per precipitarsi a casa.

La scena macabra che si presenta davanti a lui è agghiacciante: la porta finestra infranta, tracce di sangue e il corpo di Vanessa ritrovato nel sottoscala. Nicola Scapinello è stato il primo a dare l’allarme, evitando che il figlio di 4 anni assistesse a una scena così orribile.

Omicidio Vanessa Ballan Nicola Scapinello Fonte foto: ANSA/Facebook

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,