,,

Morto per meningite fulminante a Grosseto: 27enne veneto stava passando le feste con la ragazza a Follonica

A Grosseto un 27enne è morto per una meningite fulminante. Il giovane si è sentito male durante le festività, trascorse in Toscana dalla fidanzata

Pubblicato il:

Un giovane di soli 27 anni è morto appena prima del Capodanno a causa di una meningite fulminante, a Grosseto, durante una breve permanenza in Toscana. Originario del Veneto, il ragazzo aveva infatti scelto Follonica come meta per trascorrere le festività natalizie accanto alla sua compagna, ma la malattia repentina ha reso necessario il suo ricovero in ospedale. Febbre elevata e malessere crescente hanno portato poi al suo spostamento in reparto rianimazione, dove purtroppo il 30 dicembre è deceduto.

Colpito da una meningite fulminante

Il 27enne aveva iniziato a sentirsi male pochi giorni dopo il suo arrivo in Toscana, iniziando a vivere un’evoluzione preoccupante della sua condizione che lo ha spinto a cercare le cure del pronto soccorso di Massa Marittima, nel Grossetano.

La febbre elevata e altri sintomi allarmanti, inizialmente senza spiegazione, hanno immediatamente allarmato gli addetti alla salute, che hanno deciso il trasferimento urgente a Grosseto.

grosseto morto meningite fulminanteFonte foto: Tuttocittà

Il giovane è stato ricoverato prima presso l’ospedale di Massa Marittima, trasferito poi a Grosseto. È morto di meningite fulminante

I sintomi della meningite

In particolare, il giovane presentava una temperatura intorno ai 40 gradi centigradi, oltre a formazioni rossastre o violacee sulla pelle, insorte all’improvviso e peggiorate a vista d’occhio.

Le macchie sulla cute,  dette anche “petecchie“, sono delle tipiche manifestazioni della patologia provocata dal meningococco. La loro insorgenza, infatti, è considerata indicativa della forma più repentina di meningite, quella fulminante.

Il peggioramento in rianimazione

In Rianimazione, le condizioni del giovane si sono aggravate in modo vertiginoso, privando ogni possibilità di intervento medico tempestivo. Il 30 dicembre, il suo cuore ha cessato di battere, a soli 27 anni. Gli esami post mortem hanno confermato che la causa del decesso è da attribuire a una forma fulminante di meningite.

La salma, dopo essere stata ospitata nell’obitorio dell’ospedale cittadino, è stata restituita alla famiglia nella giornata di martedì 2 gennaio.

La meningite nei bambini e adolescenti

Colpendo le membrane che avvolgono il cervello e il midollo spinale (le meningi), la patologia è causata da batteri, virus e funghi. L’origine batterica, legata al meningococco, è fra le più comuni quando coinvolge giovani adulti, ragazzi e bambini, con tanti casi che purtroppo si verificano ogni anno.

Con una mortalità che oscilla fra il 10% e il 15%, l’arma più efficace per vincere la malattia è rappresentata dal riconoscimento rapido dei sintomi e al trattamento con una terapia antibiotica. Le principali avvisaglie sono febbre molto alta, stato di alterazione mentale e una condizione di rigidità nel collo, anche se non sempre i tre sintomi si presentano insieme.

morto meningite fulminante grosseto Fonte foto: iStock

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,