,,

Mattia Piccoli a 12 anni si prende cura del papà malato di Alzheimer: nominato Alfiere della Repubblica

Mattia Piccoli, 12 anni, è stato insignito del titolo di Alfiere dal presidente Mattarella per l'amore nei confronti del papà

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Da anni si prende cura, insieme alla madre, del papà malato di Alzheimer e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deciso di nominarlo Alfiere della Repubblica italiana. È la storia di Mattia Piccoli, un 12enne di Concordia Sagittaria, in provincia di Venezia, che ogni giorno aiuta il padre 50enne a lavarsi, vestirsi e mangiare, ma soprattutto ricordare chi è quando la malattia prende il sopravvento.

Mattia Piccoli, la nomina ad Alfiere

La nomina ad Alfiere della Repubblica è arrivata qualche mese fa, ma è oggi che il piccolo Mattia riceverà l’attestato da parte del presidente Sergio Mattarella. Come raccontato dal Corriere della Sera Mattia Piccoli, 12 anni, da sei anni aiuta la mamma Michela Morutto a prendersi cura del papà Paolo, da dieci anni malato di Alzheimer.

Non so dove sarei ora” le parole della donna per ringraziare il figlio, che da anni lava, veste e aiuta il padre a mangiare. I gesti sono entrati ormai nella routine e nella normalità della vita di Mattia, che non ha mai fatto pesare alla mamma l’impegno.

Da anni Mattia ricorda al papà chi è, come vestirsi e soprattutto lo aiuta nei gesti quotidiani. Nonostante i suoi 12 anni ha ben compreso la portata della malattia e con una mano tesa verso il padre e la madre rende la situazione meno pesante.

Mattia Alfiere a 12 anni, le motivazioni

Quest’oggi, martedì 14 dicembre, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella consegnerà l’attestato d’onore come Alfiere della Repubblica italiana a Mattia e altri fortunati.

A 12 anni si prende cura del papà malato di Alzheimer: Mattarella lo nomina Alfiere della Repubblica

Nelle motivazioni rese note dal Quirinale si legge che l’onorificenza a Mattia è stata consegnata “per l’amore e la cura con cui segue quotidianamente la malattia del padre e lo aiuta a contrastarla“. Viene sottolineato che “il suo impegno è quanto mai prezioso” in quanto “non è frequente che un giovanissimo svolga, con tanta dedizione, il compito di caregiver tuttavia la sua esperienza è un esempio anche per i coetanei”.

Mattia e papà Paolo, come sta

Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera Paolo Piccoli, padre del giovane Alfiere Mattia, si trova oggi in una Rsa. A svelarlo è stata la moglie Michela Morutto.

“Fino a metà novembre veniva ancora a casa in ottobre abbiamo festeggiato insieme il suo ultimo compleanno. Ora abbiamo cominciato ad andare noi a trovarlo” ha raccontato. La donna ha spiegato che il marito è sereno e “non si rende conto di quello che sta accadendo ora”. Piccoli, 50 anni e con l’Alzheimer diagnosticato all’età di 40 anni, conosce la malattia e in passato era stato lui stesso caregiver del padre, anche lui malato dello stesso morbo.

“Quando andiamo a trovarlo ci riconosce” ha detto la donna, ma il più delle volte “è in un mondo suo”.

sergio mattarella Fonte foto: Ansa
,,,,,,,