,,

Istruttoria Antitrust su Intesa Sanpaolo-Isybank dopo trasferimento dei correntisti: oltre 2 mila segnalazioni

Correntisti in rivolta: Intesa Sanpaolo non ha comunicato in maniera adeguata il trasferimento a Isybank. L'Antitrust ha ricevuto 2mila segnalazioni

Pubblicato il:

Prende avvio l’istruttoria dell’Antitrust contro Intesa Sanpaolo. Questa è stata segnalata per la cessione di clienti alla sua banca digitale Isybank. L’iniziativa si è resa necessaria a fronte di oltre 2mila segnalazioni di correntisti coinvolti nel trasferimento, informati attraverso una comunicazione descritta come “ambigua”, oltre che diffusa con modalità “che non sembrano coerenti con l’importanza della questione trattata”. Infatti i correntisti si sarebbero ritrovati il messaggio all’interno del casellario dell’app di Intesa Sanapolo, senza un segnale a manifestare l’importanza della comunicazione e per di più in un periodo di ferie estive.

Istruttoria contro Intesa Sanapolo

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) ha informato in un comunicato stampa l’avvio di un procedimento istruttorio nei confronti di Intesa Sanpaolo S.p.A. e di Isybank S.p.A. (dopo essersi concentrata su Vittorio Sgarbi), la banca digitale del gruppo Intesa Sanpaolo. Il motivo sarebbe proprio la cessione di diverse centinaia di migliaia di correntisti da Intesa Sanpaolo a Isybank.

Il trasferimento non è stato annunciato in maniera chiara e i correntisti lamentano di essere stati esclusi dalla parte decisionale.

Intesa Sanpaolo IsybankFonte foto: IPA
 Inaugurazione di Isybank nella Torre Gioia a Milano (15 giugno 2023)

2mila segnalazioni

All’Autorità sono infatti pervenute circa 2.000 segnalazioni in merito al piano di trasferimento dei clienti da Intesa Sanpaolo a Isybank. Secondo l’Antitrust ci sono diversi problemi, tra cui la comunicazione ai clienti.

Al centro della polemica anche il contenuto del messaggio per il trasferimento, che chiedeva ai correntisti la mera facoltà di dichiararsi “non prevalentemente digitali”. Sotto la lente dell’Antitrust sono quindi finite le modalità con cui le due società hanno comunicato e realizzato il trasferimento.

Cosa cambia per i correntisti?

La comunicazione ai correntisti è stata quindi ritenuta “ambigua” e diffusa secondo “modalità non coerenti con l’importanza della questione trattata”, ovvero durante il periodo delle ferie e senza una segnalazione di urgenza o importanza per il messaggio giunto digitalmente sull’app.

Inoltre per i correntisti i cambiamenti sono molti e la possibilità di esprimersi in maniera negativa non è stata adeguatamente indicata, sempre secondo l’Antitrust. Cambiano infatti le condizioni contrattuali e le modalità di fruizione dei servizi: addio agli sportelli fisici, stop all’accesso tramite browser all’area clienti e assenti anche le carte virtuali. Infine per alcuni clienti potrebbe esserci un aumento dei costi di tenuta del conto.

TAG:

Isybank Fonte foto: IPA

Il benessere della tua mente è importante

,,,,,,,,