,,

"Iniettare disinfettanti nel corpo", Burioni contro idea di Trump

Le affermazioni del presidente Donald Trump hanno sollevato un dibattito mondiale. In Italia, è intervenuto a commentare anche Roberto Burioni

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Il presidente Usa Donald Trump ha proposto alcuni metodi per contrastare la diffusione dei contagi da coronavirus, che non sono stati accolti positivamente dalla comunità scientifica. In risposta all’idea di Trump è intervenuto anche il virologo Roberto Burioni: “Su simili affermazioni non ho commenti da fare, sinceramente”.

Iniezioni di disinfettante, il commento di Burioni

Il virologo ha poi precisato all’Adnkronos Salute: “In momenti come questo, tutti coloro che hanno grandi responsabilità devono misurare le parole, perché i danni della disinformazione medica possono essere tragici”.

In cosa consiste la proposta di Trump, che ha scatenato una pioggia di polemiche? Utilizzare la luce solare, i raggi ultravioletti o iniettare direttamente nel corpo i disinfettanti e candeggina per uccidere il coronavirus. Un’idea che molti esperti hanno respinto, in quanto le conseguenze per la salute potrebbero essere molto gravi.

Iniezioni di disinfettante, scoppia la polemica

Interpellato dalla NBC News, il pneumologo Vin Gupta ha criticato l’idea di Trump definendola “irresponsabile e pericolosa” ricordando che ingerire “detergenti è un metodo comune che la gente utilizza quando vuole togliersi la vita”.

Kashif Mahmood, un medico di Charleston (West Virginia), ha scritto su Twitter: “Come medico non posso raccomandare le iniezioni di disinfettante nei polmoni o l’utilizzo di radiazioni ultraviolette all’interno dell’organismo per curare il Covid-19”.

Nel dibattito che si è scatenato è intervenuto anche John Balmes, un pneumologo dell’ospedale Zuckerberg di San Francisco, secondo cui perfino annusare la candeggina può causare gravi problemi di salute. “Respirare la candeggina sarebbe assolutamente la cosa peggiore per i polmoni”. All’agenzia Bloomberg, Balmes ha precisato: “Neanche la candeggina molto diluita o l’alcool isopropilico sarebbero sicuri. È un concetto assolutamente ridicolo“.

Anche l’ex direttore dell’Ufficio per l’etica governativa degli Stati Uniti, l’avvocato Walter Shaub, è d’accordo con il tenore delle opinioni dei medici. Secondo quanto riporta il Guardian, citato dall’Ansa, ha dichiarato: “Per me è incomprensibile che un simile deficiente detenga la più alta carica nel Paese e che ci sia gente talmente stupida da pensare che questo sia OK. Non riesco a credere che nel 2020 devo mettere in guardia chiunque ascolti il presidente che l’iniezione di disinfettante potrebbe uccidere”.

Coronavirus, quali sono i farmaci che si stanno sperimentando Fonte foto: ANSA
Coronavirus, quali sono i farmaci che si stanno sperimentando

Hai bisogno di etichette personalizzate?

,,,,,,,,