,,

Il figlio di Flavio Briatore dirigente d'azienda a 12 anni: Nathan Falco alla guida della Billionare Bears

Nathan Falco, figlio di Flavio Briatore ed Elisabetta Gregoraci, è diventato Ceo di una società a soli 12 anni

Pubblicato il:

Giovani imprenditori crescono, anzi giovanissimi. Nathan Falco, il figlio Flavio Briatore ed Elisabetta Gregoraci, a soli 12 anni è diventato Ceo di una società, la Billionare Bears Nft.

Lo si apprende dalla sua bio sui social che, oltre al claim “Thanks god we livin life”, riporta il suo nuovo ruolo aziendale: “CEO of Billionare Bears Nft”.

Nathan Falco nel mondo imprenditoriale a soli 12 anni

Il ragazzo entra così a far parte della lista dei più giovani amministratori al mondo. Dunque, oltre a svagarsi e a studiare sui libri di scuola, inizierà anche a muovere i primi passi nel mondo del business. Senza dubbio il giovane parte con un vantaggio non da poco: potrà contare sui consigli del padre che gli rivelerà diversi segreti su come destreggiarsi nel campo imprenditoriale.

Briatore, figlio imprenditore.Fonte foto: ANSA

Nathan ha da poco concluso le sue ferie estive, trascorse in diversi luoghi del mondo. Assieme ai genitori, è stato in Kenya, in Costa Smeralda e a Dubai. Ora è rientrato a Montecarlo ed è tornato sui banchi di scuola.

Le parole di Elisabetta Gregoraci

“Ti auguro un anno pieno di successi, dedizione e impegno. Imparare e crescere è una cosa bellissima e vedere come ogni giorno lavori per raggiungere i tuoi obiettivi mi rende una mamma fiera ed orgogliosa”, la dedica che mamma Elisabetta Gregoraci a riservato a Nathan. Ma di che cosa si occupa la realtà aziendale di cui è Ceo?

Leggendo quanto viene riportato dal sito della stessa società, la Billionaire Bears “mira a essere una comunità esclusiva di NFT e un hotspot per affari e connessioni. Gli orsi miliardari ti danno accesso a feste esclusive, concierge di lusso, omaggi di lusso e molto altro”. Insomma, Nathan Falco si dedicherà a una “collezione di orsi 3D unici integrati nel metaverso”.

Il caso di Samaira Mehta

Nathan non è un caso unico di ‘baby-imprenditoria’. Ad esempio ha fatto il giro del mondo la storia di Samaira Mehta, la bimba statunitense che a soli 10 anni è diventata CEO della CoderBunnyz.

Mehta ha creato un gioco che insegna a programmare. Oggi la ragazzina ha 13 anni e tra le mani ha già una ditta florida. Il segreto? Coniugare il lavoro con la sua passione per la programmazione, per i giochi e per i conigli, i suoi animali preferiti. Così è nato CoderBunnyz, realtà che in poco tempo è diventata nota in tutto il mondo.

briatore-figlio Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,