,,

Per Flavio Briatore l'"Italia è un paese comunista": duro sfogo dell'imprenditore. A chi è rivolto

Flavio Briatore è tornato a criticare il sistema Italia, che secondo lui ostacolerebbe gli imprenditori: le sue parole su burocrazia, guerra e Putin

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Flavio Briatore non è mai banale: ogni intervista all’imprenditore regala spunti e critiche al vetriolo, questa volta rivolte verso il sistema burocratico e politico italiano. Per il proprietario del Billionaire, l’Italia sarebbe infatti un Paese comunista.

Flavio Briatore: perché ha detto che l’Italia è un Paese comunista

Il “Donald Trump” italiano, durante un’intervista al ‘Corriere della Sera’, non ha nascosto un certo malcontento nei confronti del sistema italiano. Non una novità, per Flavio Briatore, che solo pochi giorni fa ha criticato pesantemente il reddito di cittadinanza per i giovani.

L’imprenditore è tornato a investire nel Bel Paese e le recenti inaugurazioni di ‘Crazy Pizza’ a Milano e Roma ne sono una prova, tuttavia “ L’Italia resta un Paese in cui tutto è difficile: burocrazia, non vogliono la musica, ti mettono i paletti. Sono le aziende che creano richiesta, non i decreti, le lobby politiche”.

Questo succede perché, a detta sua, “L’Italia di fondo è un Paese comunista e non vede di buon occhio gli imprenditori. Vengono visti come sfruttatori”.

Briatore: “Contro di me una caccia alle streghe. Qualcuno pagherà”

A pesare, per l’imprenditore, è anche l’enorme tasso di evasione fiscale: “Sono a favore di pene severissime contro gli evasori, in altri Paesi c’è il sequestro dell’azienda se non paghi il fisco, ma servono aliquote più eque”.

Lui stesso è stato più volte sotto la lente del fisco, nel corso degli anni: “Contro di me è stata condotta una caccia alle streghe per dodici anni e poi sono stato assolto su tutto – ha detto al ‘Corriere della Sera’, aggiungendo che – l’Agenzia delle Entrate mi chiede ancora soldi. Si sono presi la mia barca e l’hanno svenduta, qualcuno pagherà per questo. Tutto questo accanimento, perché mi chiamo Flavio Briatore”.

Per Flavio Briatore l'Fonte foto: ANSA
Flavio Briatore.

Le dichiarazioni di Briatore su guerra in Ucraina e Vladimir Putin

L’intervista è stata l’occasione per parlare anche dell’attuale situazione politica mondiale, spiegata così da Flavio Briatore al figlio, Nathan Falco: “Quando guardiamo le immagini dell’Ucraina, dico che devi sentirsi fortunato ma anche che tutto può cambiare da un momento all’altro”.

Briatore è un altro degli imprenditori italiani che ha avuto modo, in passato, di incontrare Vladimir Putin: è successo due volte, ha raccontato, una durante il GP di Sochi e l’altra a Mosca. “Sembrava una persona equilibrata” ha detto.

L’imprenditore, inoltre, è convinto che la guerra in Ucraina non ci sarebbe mai stata se Donald Trump fosse stato ancora presidente, “nonostante tutte le critiche all’ex capo della Casa Bianca” specifica al ‘Corriere’.

Briatore Fonte foto: ANSA
,,,,,,,