,,

Guerra in Ucraina, Putin censura il numero di morti: quanti sono davvero

Il Cremlino vieta i funerali e mente sul numero dei morti, che sarebbero quasi 20 volte di più quelli dichiarati dalle fonti ufficiali russe

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

È un segreto di Stato il numero dei giovani militari russi in quella che il Cremlino continua a definire “operazione militare speciale” in Ucraina. Le famiglie di chi viene mandato a combattere una guerra che dura ormai da 15 giorni non hanno notizie. Le fonti ufficiali parlano di 498 morti ma, come riporta il Corriere della Sera, il numero dei caduti sarebbe molto più alto. Forse 6 mila o 7 mila. Kiev parla addirittura di 12 mila russi morti.

Funerali dei militari vietati in Russia: cosa viene detto alle famiglie

Alle madri russe viene detto che i loro figli sono impegnati “in operazioni fuori dal luogo di normale dislocamento”. Sarebbe questa la risposta standard, anche in caso di morte.

Impossibile dunque dare l’ultimo addio a chi è partito in guerra, considerando che Vladimir Putin ha vietato le cerimonie funebri per i militari andati in Ucraina.

La Russia “non è in guerra”, come si muove la propaganda del Cremlino

Dalla Seconda Guerra Mondiale, l’Unione Sovietica prima e la Federazione Russa poi non sono mai state ufficialmente in guerra. L’uso delle forze militari è sempre etichettato come “operazione” di vario tipo.

È successo con la crisi della Crimea, quando Vladimir Putin decise di vietare segni ufficiali di riconoscimento ai militari impiegati nella penisola ucraina. Lo stesso avvenne durante gli avvenimenti del Donbass.

Soldato russo davanti al CremlinoFonte foto: ANSA
Un soldato russo vicino al Cremlino.

Quanti morti ha nascosto la Russia: i dati ufficiali e non

Le notizie dei  caduti in guerra, o per meglio dire nelle operazioni militari, non possono essere rese pubbliche. Un ritorno al 1989, quando nel conflitto da Urss e Afghanistan morirono probabilmente 50 mila russi, poco più di 13 mila per le cifre ufficiali, tornati a casa in bare di zinco sotterrate in gran segreto.

Per i militari di leva, spesso con poca preparazione, anche le guerre in Cecenia furono disastrose. Anche in quel caso i caduti, ufficialmente, furono circa 11 mila. Molti di più per gli analisti esterni a Mosca.

La censura di Mosca, alla quale giornalisti e personalità pubbliche hanno provato a contrapporsi, dichiara anche oggi che i morti in Ucrania sarebbero meno di un decimo di quelli rilevati dalla comunità internazionale. I loro corpi sarebbero gettati in un forno crematorio sul campo.

Guerra in Ucraina, i russi manifestano contro Putin: arresti nelle piazze delle principali città Fonte foto: ANSA
Guerra in Ucraina, i russi manifestano contro Putin: arresti nelle piazze delle principali città
,,,,,,,,