,,

Furia De Luca contro Meloni e la premier tira in ballo Schlein: cos'ha detto il governatore della Campania

Scontro fra Giorgia Meloni ed Elly Schlein dopo gli insulti del Governatore Vincenzo De Luca. La segretaria dem si dissocia ma attacca il governo

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Il confronto sulla pace fra Giorgia Meloni ed Elly Schlein di domenica 11 febbraio si è trasformato in uno scontro acceso, con sullo sfondo le durissime parole di Vincenzo De Luca sul Governo. La segretaria del Pd aveva chiesto un intervento alla premier sulla crescente tensione a Gaza, promettendo collaborazione da parte del suo partito, ma Meloni ha risposto attaccando Schlein per non aver preso le distanze dagli insulti di De Luca. Schlein ha replicato dissociandosi dai termini usati dal Governatore della Campania, senza però rinnegarne il contenuto e condividendo la sua critica all’operato del governo.

Cosa ha detto Vincenzo De Luca e la risposta di Giorgia Meloni

Vincenzo De Luca aveva utilizzato toni aspri durante una diretta Facebook di venerdì 9 febbraio, insultando il governo Meloni per avere, a suo avviso, bloccato le risorse europee per il Sud, i fondi di coesione.

A mettere in risalto le parole del Governatore è stata la stessa Giorgia Meloni, rispondendo sui suoi canali social. “Imbecilli, farabutti, delinquenti politici. Con questa elaborata analisi il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, appella il Governo per illustrare la sua posizione sui fondi di coesione” ha scritto la premier, chiedendo a Elly Schlein di prendere le distanze da quelle che ha definito “intollerabili violenze verbali” e “autentiche intimidazioni”.

“Abbiamo atteso un segno di dissociazione e di condanna, finora inutilmente. Se non arrivasse, prenderemo atto del fatto che questi sono gli impresentabili metodi democratici del Pd” ha concluso Meloni.

La risposta di Elly Schlein

“Come al solito Meloni sposta l’attenzione dalla vera questione, che sono le scelte antimeridionaliste del governo” ha risposto Elly Schlein poche ore dopo. “Non c’è bisogno del turpiloquio per attaccare le disastrose scelte del governo. Certi toni non mi appartengono” ha affermato la segretaria dem, dissociandosi dai toni usati da De Luca.

“Ma visto che Meloni è così sensibile al linguaggio la prossima volta non ho dubbi che prenderà le distanze dal suo capogruppo Foti che ci insulta ogni giorno con epiteti vari, da Delmastro e Donzelli che ci hanno accusato addirittura di stare con la mafia” ha affondato Schlein.

La segretaria ha proseguito poi con la sua critica all’operato del Governo, affermando che se fosse nella posizione della premier, sarebbe più preoccupata del giudizio degli italiani, parlando di politiche che mirano a dividere l’Italia “con l’autonomia differenziata e regionalizzando la scuola, che ha tagliato la sanità pubblica e aumentato la precarietà, che ha cancellato l’unico strumento di supporto universalistico contro la povertà e sottratto risorse ingenti al Sud, alle aree interne, alle regioni e ai comuni”.

De Luca chiede un confronto a Meloni

Nel frattempo De Luca, che ha denunciato il ministro Raffaele Fitto per i ritardi in merito ai fondi di coesione, si è detto “onorato e commosso” per l’attenzione di Meloni e ha invitato la premier a un confronto pubblico “dove e come lei ritiene, sui problemi di merito, rispetto ai quali non viene data mai nessuna risposta”.

Spazio poi al contrattacco, con il quale il Governatore ha invitato Meloni a non mostrarsi fintamente “turbata per qualche (più che meritata) sciabolata verbale. Io e lei siamo abbastanza animali politici! Ricordo di passaggio che lei non ha fatto una piega di fronte all’aggressione squadristica alla sede della Cgil qualche tempo fa. La invito a sbloccare rapidamente risorse che appartengono al Sud”.

elly schlein giorgia meloni vincenzo de luca Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,