,,

Fase 2, Burioni avverte: "Ora deve decidere la politica"

Il virologo ha spiegato il ruolo della scienza e della politica nella gestione della pandemia

La scienza non può prendere il posto della politica“: lo scrive su ‘Medical Facts’ il virologo Roberto Burioni, spiegando che “le conoscenze scientifiche sono fondamentali nel contribuire ad arrivare a decisioni quali la riapertura parziale delle attività, ma non possono essere l’unico aspetto da prendere in considerazione”.

L’esperto ha analizzato il ruolo della scienza e della politica nella gestione della pandemia, affermando che “è in questi momenti che la Politica deve riappropriarsi di spazi che spesso ha colpevolmente trascurato o demandato ad altri”.

Se “fino a pochi mesi fa gli scienziati dovevano lottare duramente per farsi ascoltare dai politici”, oggi con l’epidemia in corso “la scienza non solo è l’unica strada per vincere il coronavirus, ma gli scienziati e i medici sono diventati improvvisamente quelli che devono decidere se riaprire i bar e i ristoranti, se riprendere le lezioni a scuola, se permettere lo spostamento dei cittadini e la ripartenza delle attività produttive”.

Per Burioni, ciò è sbagliato perché “la conoscenza scientifica si basa su osservazioni ed esperimenti. Quando si parla di un virus che è apparso sulla faccia della terra tre mesi fa e nel nostro mondo occidentale il 20 febbraio è prevedibile che a un grandissimo numero di domande la risposta sia ‘ancora non lo sappiamo’. Ma anche quando sappiamo con precisione la risposta, comunque la scienza non può prendere il posto della politica”.

“La scienza – continua Burionipuò soltanto dire quello che sa: come si trasmette la malattia, quali comportamenti possano essere pericolosi e quali possono essere le conseguenze dell’infezione”.

“Come tradurre queste informazioni, ancora parziali e incerte, in provvedimenti concreti non è compito della scienza, altrimenti ci troveremmo in una dittatura (della scienza, ma pur sempre dittatura), e invece – per nostra fortuna – la Repubblica Italiana è una democrazia”.

“Gli ingegneri e gli architetti, grazie alla scienza, possono progettare e costruire un ponte. Ma  – conclude il virologo – dove e quando costruire un ponte per unire due città non può dirlo la scienza: deve prendersi la responsabilità di deciderlo la politica”.

VirgilioNotizie | 02-05-2020 14:06

Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 1 maggio Fonte foto: Ansa
Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 1 maggio
,,,,,,,