,,

Epidemia di febbre dei topi si diffonde tra i soldati russi, sintomi gravi: allarme ignorato dal Comando

Epidemia di febbre dei topi tra i soldati russi. I servizi segreti ucraini affermano che gli alti comandi stanno ignorando i casi di emorragia

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Tra le fila russe sta circolando un’epidemia di febbre dei topi. A dirlo sono gli 007 ucraini, che parlano di “diffusione in massa”. La nuova epidemia è tra i soldati russi per via della presenza di topi negli accampamenti, spesso di dimensione ridotta. Sempre secondo i servizi segreti ucraini, i sintomi della febbre emorragica hanno ridotto la capacità di combattimento dell’esercito avversario.

Epidemia tra i soldati

La direzione dell’intelligence Ucraina, in un post sui social, ha riferito che tra i soldati russi sono divampati sintomi di febbre emorragica. Si tratta dell’epidemia da febbre dei topi, già piuttosto nota, che colpisce ora in massa i ranghi dell’esercito russo.

Sempre secondo la fonte Ucraina, i comandanti russi starebbero ignorando i sintomi, tra cui i più gravi come le emorragie. Questo però comporterebbe una ridotta capacità di combattimento tra le fila avversarie (aggiornamenti nella diretta della guerra Ucraina-Russia).

mosca epidemiaFonte foto: ANSA
 Gli alti comandi ignorano i sintomi dell’epidemia tra i soldati russi, secondo gli 007 ucraini

Negazione dell’epidemia

Sempre secondo la fonte ucraina, i comandanti russi stanno ignorando i sintomi e respingendo le preoccupazioni dei soldati. Tali affermazioni (non verificabili) spiegherebbero la diminuzione delle forze in campo.

Nel post pubblico, scritto dai servizi segreti ucraini, si legge che “le denunce di febbre da parte del personale dell’esercito russo coinvolto nella guerra contro l’Ucraina sono state ignorate dal comando che le considerava un’altra forma di elusione della partecipazione alle ostilità”.

Che cos’è la febbre dei topi

La febbre dei topi, così come viene chiamata dagli ucraini, non è altro che una malattia di origine virale che si diffonde in luoghi stretti e molto affollati. Le persone si espongono al virus attraverso il contatto con le urine, la saliva o escrementi di roditori. Il contagio avviene in maniera diretta o per inalazione.

Tra i sintomi, i più evidenti e comuni sono: mal di testa, dolori alla schiena, dolori addominali, febbre, brividi, nausea e visione offuscata. Il sintomo più grave è però l’emorragia, che si presenta a livello renale o polmonare.

soldati-epidemia-topi Fonte foto: IPA
,,,,,,,,