,,

Crisi di governo, la mossa di Salvini sulla sfiducia a Conte

"Il 20 agosto sfiduceremo Conte", annuncia il vicepremier Matteo Salvini

“Il 20 agosto sfiduceremo Conte”. Questa la decisione presa dal vicepremier Matteo Salvini, all’indomani della riunione in Senato che ha visto la maggioranza votare contro le mozioni della Lega per anticipare il voto di sfiducia al premier Conte.

Parlando ai microfoni di Radio Rtl 102, il leader della Lega ha ribadito di voler comunque proseguire con il voto sul taglio dei parlamentari voluto dal Movimento 5 Stelle. Conferma così la decisione a sorpresa annunciata in Senato e spiega: “Se tagli i parlamentari puoi aspettare 6-7 mesi senza governo e senza maggioranza, oppure votare subito. La legge lo permette. E poi attuare il taglio. Non vorrei che qualcuno tirasse a perdere tempo“.

Una frecciatina diretta agli ormai ex alleati di governo, il cui leader Luigi Di Maio dopo il voto aveva dichiarato: “Oggi siamo alla mossa della disperazione. Vedere Salvini dire non possiamo tagliare i parlamentari e poi cambiare idea li porta in un cul de sac: se votano la sfiducia a Conte non possono tagliarli, se vogliono tagliarli non possono votare la sfiducia a Conte”.

Un’idea che però non sembra essere condivisa dal leader del Carroccio, che afferma: “Il 14 agosto, con 7 ministri leghisti, avremmo potuto far finta di niente, invece abbiamo scelto di metterci in gioco. Il tutto è nelle mani del Presidente della Repubblica, che con equilibrio e saggezza saprà cogliere quello di cui il Paese ha bisogno”.

Ma non sembrano mancare i dubbi neanche tra le file della Lega. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti avrebbe infatti dichiarato ai microfoni di Reptv: “Non sono costituzionalista, ci sono interpretazioni diverse. Comunque non c’è in questo momento calendarizzata la mozione di sfiducia perché il Senato ha deciso di ascoltare le comunicazioni di Conte. Ascolteremo Conte e vedremo”. Il sottosegretario ha poi concluso: “Io ho sempre detto e lo ribadisco che secondo me, con le condizioni date, un voto per la sfiducia a Conte non avrebbe senso: avevano senso le dimissioni di Conte ma sono decisioni sue, starà valutando”.

VIRGILIO NOTIZIE | 14-08-2019 14:35

Crisi di governo, gli scenari proposti da chi si oppone al voto Fonte foto: ANSA
Crisi di governo, gli scenari proposti da chi si oppone al voto
,,,,,,,