,,

Variante Delta, i timori dell'immunologo: "Rischio morti elevato"

L'immunologo dell'Accademia dei Lincei, Guido Forni, lancia l'allerta sulla variante Delta

Si dice “molto preoccupato” per la diffusione della variante Delta del Sars-CoV-2 e per questo considera il dibattito sull’obbligo o meno delle mascherine “un capriccio”. In un’intervista al Corriere della Sera, l’immunologo dell’Accademia dei Lincei, Guido Forni, non nasconde i suoi timori sul ceppo indiano del coronavirus, che a suo avviso potrebbe fare risalire i decessi da Covid-19 nel nostro Paese tra coloro che non sono stati ancora vaccinati.

Sulla propagazione della variante Delta nel nostro Paese, per adesso registrata sull’1% dei casi, l’immunologo spiega che “si sta cercando di controllarla. Chi è vaccinato con due dosi è piuttosto protetto. Mi preoccupano quei circa 2,8 milioni di over 60 che ancora non si sono immunizzati per niente. Se la Delta si diffondesse, il numero di morti potrebbe essere elevato”.

Per stabilire la presenza delle varianti in Italia, è arrivata nelle ultime ore la circolare firmata dal direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, Giovanni Rezza ha stabilito una nuova indagine rapida sulla diffusione delle varianti Covid in Italia.

“È improbabile che non succeda” dice Forni parlando di un amento dei casi dovuti al ceppo indiano nel nostro Paese. “È già in Gran Bretagna, dunque vicina, a differenza delle varianti sudafricana e brasiliana, rimaste piuttosto confinate. Siamo col fiato sospeso. Se prende il largo i casi saliranno a meno che non ci facciamo trovare tutti vaccinati” sottolinea Forni, che per questo evidenzia l’importanza di rifornire tutti i Paesi, soprattutto nelle zone più povere del mondo, di dosi di vaccino contro il Covid-19.

VirgilioNotizie | 21-06-2021 18:41

Variante Delta: i rischi per l'Italia e l'efficacia dei vaccini Fonte foto: ANSA
Variante Delta: i rischi per l'Italia e l'efficacia dei vaccini
,,,,,,,