,,

Covid, in Lombardia test salivari a scuola. Interviene Galli

Il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, ha annunciato test salivari a scuola da maggio. Il commento dell'infettivologo Galli

In Lombardia arriveranno i test salivari a scuola per scovare eventuali focolai di coronavirus. L’annuncio è stato fatto dal presidente della Regione, Attilio Fontana: “Da maggio, la Lombardia utilizzerà in ambito scolastico i test salivari molecolari frutto di una sperimentazione attuata dall’università degli studi di Milano. Meno invasivi e più semplici da utilizzare e hanno la stessa validità del tampone nasofaringeo molecolare”.

“La richiesta di utilizzare i salivari molecolari era già stata avanzata diversi mesi fa al Cts nazionale senza ottenere risposte – ha sottolineato il governatore lombardo -. Finalmente ieri il ministro Speranza ha confermato che tutti i tipi di test già autorizzati in Paesi che fanno parte del G7 possono essere utilizzati anche in Italia”.

Test salivari, Letizia Moratti: “L’ideale per le scuole”

Mentre il ministro della Salute Roberto Speranza ha confermato che i test già autorizzati in Paesi del G7, come proprio il salivare-molecolare, possono essere automaticamente usati anche nel nostro Paese, l’assessore al Welfare in Lombardia, Letizia Moratti, ha chiarito: “Questo strumento diagnostico, già in uso in Europa e Stati Uniti non comporta la presenza di personale sanitario per la raccolta del campione e pertanto, nella sua estrema semplicità e praticità, si presenta ideale per le scuole“.

Considerando che il test salivare molecolare “non dipende da operatori professionali e da luoghi dedicati”, ha fatto notare Moratti, “consentirebbe di liberare una notevole quantità di risorse attualmente impiegate in personale e logistica come oggi impongono i tamponi. Questo vantaggio appare allo stato attuale di notevole importanza, dato che il Paese e le Regioni stanno organizzando una campagna vaccinale di lunga durata e ampia portata e, contemporaneamente, piani di riaperture progressive di tante attività sociali e produttive”.

Test salivari a scuola, il parere di Massimo Galli

Dopo l’annuncio, il responsabile di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano Massimo Galli ha esultato su SkyTg24: “Evviva, quindi alla sperimentazione promossa dall’Università di Milano. È una operazione importante e fondamentale, auspicavo che ci fosse una situazione a tre gambe: vaccinazioni, test e chiusure mirate”.

Galli ha parlato della possibilità di avere una risposta pronta e rapida con i test salivari: “Ci dà una notevole spinta per cercare di limitare il problema nei contesti delle scuole, che continuo a sostenere sono ambiti dove l’infezione, soprattutto questa data dalla variante inglese, non può che circolare nei locali scolastici o sui mezzi di trasporto dove i ragazzi sono esposti”.

VirgilioNotizie | 21-04-2021 16:58

Quale vaccino "preferiscono" gli italiani? Sorpresa nel sondaggio Fonte foto: ANSA
Quale vaccino "preferiscono" gli italiani? Sorpresa nel sondaggio
,,,,,,,