,,

Covid, polmonite bilaterale per il figlio 25enne di Massimo Ghini

L'attore Massimo Ghini ha rivelato che il figlio di 25 anni ha una polmonite bilaterale dovuta al Covid: "Tutto è nato da un assembramento"

A soli 25 anni, il figlio di Massimo Ghini è stato ricoverato con una polmonite bilaterale in seguito all’infezione da coronavirus. Così, l’attore e regista ha deciso di rivelare l’accaduto in un post pubblicato su Instagram, con la speranza di sensibilizzare i più giovani sul pericolo che spesso sottovalutano. Il figlio di Ghini, infatti, secondo la ricostruzione del papà avrebbe contratto il Covid-19 durante una delle feste in casa a dei suoi amici.

“Dopo l’odissea di mia figlia che non riusciva a tornare da Londra in Italia – ha ricordato Massimo Ghini – ora ho anche mio figlio di 25 anni in ospedale con una polmonite bilaterale da Covid”.

“Il virus – ha sottolineato l’attore – ora non colpisce solo gli anziani ma anche i giovani ed è diventato molto più pericoloso. In una situazione del genere che trovo allucinante penso che la politica si debba occupare prima di tutto di questa emergenza nazionale”.

In merito a come il figlio si sia preso il virus, Ghini ha spiegato: “Tutto è nato da un assembramento: mio figlio e un gruppo di sui amici avevano deciso, visto che non ne potevano più, di incontrarsi in una casa e avevano fatto tutti il tampone rapido. Invece non è servito a niente”.

“All’inizio, quando ha scoperto di essere positivo diceva di sentirsi bene, poi dopo aver consultato il nostro medico di fiducia è stato portato di corsa in ospedale dove gli è stata diagnosticata una polmonite bilaterale – ha concluso – Ora sta meglio, è ancora positivo e si trova in un Covid-hotel e sta continuando a farsi la sua quarantena”.

VirgilioNotizie | 25-02-2021 17:04

Covid, la strategia di Draghi per combattere la pandemia Fonte foto: ANSA
Covid, la strategia di Draghi per combattere la pandemia
,,,,,,,