,,

Covid, tracce di virus su bus e treni: le superfici a rischio

I Nas hanno effettuato dei controlli e hanno trovato tracce di virus sulle superfici di autobus e treni

I carabinieri dei Nas hanno effettuato dei controlli su mezzi del trasporto pubblico in tutta Italia, rilevando tracce di coronavirus a bordo di bus e treni. Su 756 tamponi sulle superfici di veicoli e stazioni (obliteratrici, maniglie, pulsanti per la prenotazione della fermata) sono stati riscontrati 32 casi di positività a Roma, Viterbo, Rieti, Latina, Frosinone, Varese e Grosseto. Lo riporta una nota dei Nas.

Covid, tracce di virus su bus e treni: le superfici a rischio

I carabinieri dei Nas, d’intesa con il Ministero della Salute, ha realizzato 756 tamponi di superficie su mezzi di trasporto e stazioni (obliteratrici, maniglie e barre di sostegno per i passeggeri, pulsanti di richiesta di fermata e sedute), rilevando 32 casi di positività per la presenza di materiale genetico riconducibile al virus all’interno di autobus, vagoni metro e ferroviari.

Le città in cui si sono registrate le positività sono:

  • Roma;
  • Viterbo;
  • Rieti;
  • Latina;
  • Frosinone;
  • Varese;
  • Grosseto.

I test sono stati eseguiti in collaborazione con i servizi locali di Asl, agenzie di protezione ambientale ed enti universitari.

Il rapporto dei Nas dimostra con certezza il transito e il contatto di individui positivi a bordo del mezzo “determinando la permanenza di una traccia virale”, anche se questa non è “indice di effettiva capacità di virulenza o vitalità” del virus.

Covid, tracce di virus su bus e treni: circa il 10% dei mezzi non è a norma

Gli interventi dei Nas hanno interessato 693 veicoli, tra autobus, metro, scuolabus, treni, traghetti, ma anche biglietterie, sale di attesa e stazioni.

Circa il 10% (65 in tutto) ha evidenziato irregolarità principalmente connesse all’inosservanza delle misure di prevenzione al contagio. Come ad esempio:

  • mancata sanificazione;
  • omessa cartellonistica di informazione circa i comportamenti da seguire;
  • mancanza di gel;
  • mancato funzionamento degli erogatori di gel.

Per questo motivo sono stati deferiti alle autorità giudiziarie:

  • 4 responsabili di aziende di trasporto;
  • 62 responsabili per irregolarità amministrative.

L’ammontare delle sanzioni pecuniarie è di 25 mila euro.

VirgilioNotizie | 06-04-2021 10:17

Covid, perché l'immunità di gregge è "probabilmente impossibile" Fonte foto: ANSA
Covid, perché l'immunità di gregge è "probabilmente impossibile"
,,,,,,,