,,

Covid: come sarà Pasqua, tra misure e ipotesi di lockdown

Manca più di un mese a Pasqua, ma già si fanno ipotesi sulle misure contenute nel nuovo Dpcm in vigore fino al 6 aprile

“Sarà un Natale diverso”: e infatti lo è stato. La pandemia di Covid-19 ha imposto dure restrizioni e ha radicalmente trasformato le vite degli italiani, per tutto il 2020 e – per come si prospetta – parte del 2021. L’annuncio del ministro della Salute Roberto Speranza, che in Senato ha chiarito che al momento non ci sono le condizioni epidemiologiche per allentare le misure, ha inoltre stabilito le date del nuovo provvedimento: dal 6 marzo al 6 aprile, Pasqua e Pasquetta comprese.

Le misure previste nel nuovo Dpcm

La bozza del Dpcm, che sarà presentata nelle prossime ore alla visione delle Regioni, potrebbe prevedere alcune delle misure ereditate dai Dpcm dell’ex premier Conte, tra cui la suddivisione in zone e colori, il coprifuoco, l’obbligo di mascherina, il divieto di assembramenti; la principale differenza starebbe però nel metodo, in quanto il governo Draghi punta a coinvolgere di più le Regioni e il Parlamento e a prendere decisioni di conseguenza.

Sulla base delle poche informazioni in circolazione, e di quanto ha detto il ministro Speranza, è facile prevedere che le festività pasquali non permetteranno grandi libertà di movimento. Se il decreto legge sugli spostamenti è in vigore fino al 27 marzo, è probabile che la sua scadenza sarà nuovamente prorogata.

Ricordiamo che fino al 27 marzo sono vietati gli spostamenti tra regioni, anche in zona gialla, che non siano giustificati da motivi di salute, lavoro o necessità. È possibile raggiungere la seconda casa in qualsiasi zona, anche fuori regione, ma in alcune aree (quelle arancione “rafforzato”) questa possibilità è esclusa dalle ordinanze.

Ma al di fuori delle previsioni, al momento la curva epidemiologica non accenna a crollare: l’ultimo rapporto della Fondazione Gimbe segnala alcune criticità in 11 regioni e in 41 province, tali che si fa forte l’invito a imporre restrizioni in ambito locale per fermare la diffusione del virus e delle sue varianti.

Salvini sull’ipotesi lockdown a Pasqua

Sulle ipotesi circolate in queste ore sui media, che danno quasi per certe le chiusure per il periodo pasquale, si è espresso il leader della Lega Matteo Salvini. Ai cronisti dell’Ansa, fuori al Senato, ha detto: “Mi rifiuto di pensare ad altre settimane e altri mesi, addirittura di chiusura e di paura. Se ci sono situazioni locali a rischio, si intervenga a livello locale. Però parlare già oggi di una Pasqua chiusi in casa non mi sembra rispettoso degli italiani”.

Salvini ha fatto un appello al buonsenso: “I sindaci di tutta Italia e di tutti i colori politici chiedono di riavviare alcune attività economiche, sociali, imprenditoriali che non comportano alcun rischio”.

SONDAGGIO – Sei d’accordo con Salvini?

Lockdown a Pasqua, la replica di Zingaretti a Salvini

La posizione di Salvini non è però piaciuta al segretario del Pd Nicola Zingaretti, che su Facebook ha scritto: “Vedo che, sulla pandemia, Salvini purtroppo continua a sbagliare e rischia di portare fuori strada l’Italia. Prima sono state le mascherine, che erano inutili, ora, cavalcando la stanchezza di tutti, si attaccano le regole per la Pasqua“.

“Quello che è irrispettoso per gli italiani e gli imprenditori è mettere a rischio le loro vite e prolungare all’infinito la pandemia e quindi la possibilità di avere la ripresa economica”, ha aggiunto il segretario dem.

“Buon senso e coerenza è avere una linea indicata dal Governo e rispettarla. Così si sta in una maggioranza e si danno certezze alle persone. I problemi si risolvono, non si cavalcano“, ha chiosato infine Zingaretti.

VirgilioNotizie | 25-02-2021 13:39

Nuovo Dpcm: le misure decise da Draghi e la rottura con Conte Fonte foto: ANSA
Nuovo Dpcm: le misure decise da Draghi e la rottura con Conte
,,,,,,,