,,

Coronavirus, voli cancellati per l'Italia

Ryanair cancella un volo su quattro dal 17 marzo all'8 aprile, ma non è l'unica

Alcune nazioni hanno sconsigliato i viaggi verso il nostro Paese, altri hanno direttamente chiuso le frontiere, ora tocca alle compagnie aeree. Ryanair cancella il 25% dei voli diretti verso l’Italia dal 17 marzo all’8 aprile. Praticamente, uno su quattro. La decisione, come riporta l’Adnkronos, è già stata notificata ai passeggeri interessati. La scelta della compagnia irlandese è stata dettata dal calo significativo delle prenotazioni registrato la scorsa settimana, relativo al periodo compreso tra fine marzo ed inizio aprile. Calo, ovviamente, dovuto al coronavirus.

Ryanair, attraverso una nota, comunica che continuerà a monitorare le prenotazioni e ad adattare i suoi operativi in risposta alla situazione del Covid-19 “in continuo sviluppo”. Inoltre, la compagnia sta lavorando “a stretto contatto con le autorità competenti e sta seguendo tutte le linee guida fornite dall’Oms e dall’Aesa per garantire la salute e il benessere del proprio staff e dei propri clienti”.

Il coronavirus in Italia, però, non allarma solo i passeggeri di Ryanair. Le prenotazioni, comunica la Iata (Associazione internazionale delle compagnie aeree), sono in calo del 108%.

Crescono vertiginosamente i cosiddetti “no show“, ossia i viaggiatori che prenotano e non si presentano all’imbarco. Per la Iata si tratta del 50%: la metà dei passeggeri non si reca in aeroporto nonostante abbia pagato il biglietto.

Quindi, anche Lufthansa opta per il taglio di decine di voli verso l’Italia per il mese di marzo, e in alcuni casi fino al termine di aprile. Gli aeroporti coinvolti sono quelli di Milano, Venezia, Roma, Torino, Verona, Bologna, Ancona e Pisa.

Il gruppo Lufthansa comprende Swiss, Austrian Airlines, Brussels Airlines, Eurowings. Swiss, per esempio, dovrebbe ridurre le frequenze da/per Firenze, Milano, Roma e Venezia fino alla fine di aprile.

In parallelo Austrian Airlines taglierà i voli del 40% tra marzo e aprile, comprese le tratte tra Vienna e Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Roma e Napoli.

Meno tagli e più brevi per Eurowings, la divisione low cost, che fino all’8 marzo riduce i voli su Venezia, Bologna e Milano.

Brussels Airlines lima la sua presenza del 30% fino al 14 marzo su Milano, Roma, Venezia e Bologna.

VirgilioNotizie | 02-03-2020 21:00

Coronavirus, Milano semi deserta: piazza Duomo è spettrale Fonte foto: Ansa
Coronavirus, Milano semi deserta: piazza Duomo è spettrale
,,,,,,,