,,

Coronavirus, tamponi a pagamento al San Raffaele: la precisazione

L'ospedale San Raffaele di Milano ha fatto chiarezza con una nota, precisando di non eseguire tamponi per coronavirus a utenza esterna e a pagamento

L’ospedale San Raffaele di Milano ha scritto una nota per far chiarezza sulla polemica scoppiata dopo che si era diffusa la notizia secondo cui nel nosocomio verrebbero effettuati tamponi per il coronavirus a pagamento, al costo di 120 euro.

In un comunicato riportato da ‘Ansa’, l’ospedale ha affermato: “L’IRCCS Ospedale San Raffaele precisa di non eseguire tamponi naso-faringei per COVID-19 a utenza esterna e a pagamento, bensì li esegue esclusivamente ai pazienti, al personale sanitario proprio e di strutture sanitarie e socio sanitarie regionali, come indicato dalle delibere regionali”.

Nella nota si legge ancora: “H San Raffaele Resnati, la società che gestisce alcuni poliambulatori in Milano legati al IRCCS Ospedale San Raffaele, ha erogato il tampone per COVID-19 all’interno delle convenzioni di medicina del lavoro instaurate con alcune aziende per gli adempimenti del D.Lgs 81/08 e, eccezionalmente, a soggetti possibilmente portatori del virus SARS-CoV-2, e quindi possibilmente infettanti, e solo su richiesta specifica del medico di medicina generale o di altri medici specialisti”.

Poi l’ulteriore precisazione: “A seguito di un disguido amministrativo, uno dei poliambulatori della società H San Raffaele Resnati ha erogato a poche persone la prestazione, associando un codice errato. Queste persone sono già state contattate per il rimborso dovuto“.

VirgilioNotizie | 18-04-2020 17:05

Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 17 aprile Fonte foto: Ansa
Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 17 aprile
,,,,,,,